Epilessia e adolescenza: ruolo infermieristico e educazione terapeutica. Una revisione della letteratura

Luvini, Camilla and Wellig, Chiara (2023) Epilessia e adolescenza: ruolo infermieristico e educazione terapeutica. Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Luvini Camilla_Wellig Chiara_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (888kB)

Abstract

Background L’epilessia è una malattia neurologica cronica che causa crisi epilettiche. L’eziologia non è ben nota ma esistono condizioni che fanno a scatenare la comparsa di crisi come, per esempio, l’abuso di sostanze e la privazione di sonno. La terapia si basa sull’assunzione di farmaci e l’adeguamento dello stile di vita. L’adolescenza, periodo tra i 10 e i 19 anni, è un momento in cui avvengono cambiamenti a livello bio-psico-sociale che sono determinanti per lo sviluppo nell’età adulta. Di conseguenza questo tipo d’utenza si presenta più vulnerabile e di difficile gestione. Gli interventi educativi proposti agli adolescenti risultano fondamentali per permettere alla persona di svolgere i propri compiti evolutivi e di convivere con la malattia nel migliore dei modi, introducendo solide basi per il futuro. Metodologia La domanda di ricerca è la seguente: in quale modo gli interventi infermieristici e l’educazione terapeutica da parte dell’infermiere sono determinanti per lo sviluppo e la convivenza con la malattia cronica dell’adolescente affetto da epilessia? Per rispondere alla domanda abbiamo svolto una revisione della letteratura utilizzando le banche dati PubMed, Cochrane, CINAHL, Medline e Seizure Journal of Epilepsy, inserendo la stringa di ricerca Epilepsy AND Adolescence AND Health Education. Sono stati raccolti ed analizzati i dati di trial clinici, revisioni della letteratura e RCTdi tutto il mondo, pubblicati tra il 1996 e il 2023. Risultati Gli interventi educativi più efficaci sono stati quelli di informazione sulla malattia, sulla sua gestione e sugli effetti avversi della terapia antiepilettica. È emerso, inoltre, anche l’importanza della famiglia e dell’entourage del paziente, ad esempio la scuola. Per questo motivo è evidente come la figura dell’infermiere specializzato in epilessia e l’educazione terapeutica possano essere incisivi nello sviluppo e nella convivenza con la malattia. Conclusioni Non esiste un approccio direttivo al trattamento dell’epilessia, è importante adeguare il trattamento terapeutico in base al paziente con cui ci si confronta per un miglioramento della qualità di vita. Le strategie più utilizzate sono la comunicazione, esercizi interattivi e consigli pratici da attuare tutti i giorni, per garantire una vita normale e l’integrazione nella società, diminuendo differenze e pregiudizi.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Belli, Maurizio
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/5156

Actions (login required)

View Item View Item