I curanti e il processo di fine vita. L’importanza di saper riconoscere e prendere a carico i bisogni spirituali del paziente nel fine vita

Brignoni, Laura and Rampinini, Marina (2023) I curanti e il processo di fine vita. L’importanza di saper riconoscere e prendere a carico i bisogni spirituali del paziente nel fine vita. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Brignoni_Laura Rampinini_Marina.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (867kB)

Abstract

Background La morte ha subito un’evoluzione importante nel corso degli anni e rimane tutt’ora un concetto tabù del paradigma Occidentale. Attualmente, la maggior parte delle persone muore in ospedale, e questo aumenta le paure e i tabù a riguardo. La spiritualità è un elemento intrinseco e fondamentale dell’essere umano. Essa consente di attribuire un senso all’esistenza e supporta le persone nei momenti di difficoltà, come per esempio la malattia e la morte. L’intelligenza spirituale è una capacità cognitiva dell’essere umano che permette di relazionarsi in modo maggiormente positivo con sé stessi, con gli altri e con l’ambiente circostante. Per di più, essa è una risorsa che consente di trovare, con più facilità, delle soluzioni ai problemi della quotidianità. Obiettivi Lo scopo della nostra tesi è quello di indagare gli elementi che possono permettere agli infermieri di erogare un’assistenza spirituale di qualità nel processo di fine vita, tramite il raggiungimento dei seguenti obiettivi: analizzare i bisogni spirituali nei pazienti ospedalizzati, definire l’impatto dell’assistenza spirituale nella regolazione emotiva di pazienti ed infermieri, esplorare le implicazioni della dimensione spirituale del curante nella pratica infermieristica e definire gli elementi facilitatori ed ostacolanti rispetto all’erogazione della cura spirituale nell’infermieristica. Metodologia La metodologia che abbiamo scelto per redigere il lavoro di tesi è la revisione della letteratura, nello specifico quella narrativa. Abbiamo consultato la banca dati Cinahl scegliendo ed utilizzando 25 articoli. Inoltre, abbiamo anche usufruito di libri di testo per arricchire la nostra ricerca. Risultati La spiritualità è una dimensione fondamentale nella presa a carico infermieristica del morente. Essa è una risorsa essenziale per affrontare la morte e per la regolazione emotiva, poiché consente di attenuare la sintomatologia ansiosa, depressiva e di stress correlata. Molti infermieri affermano di necessitare ulteriori informazioni per riuscire a garantire una buona presa a carico dei bisogni spirituali. Nonostante tutto ciò, esistono diversi ostacoli alla cura spirituale, e uno dei principali è dovuto dalla scarsa consapevolezza della dimensione spirituale del curante, causata principalmente dalla formazione scadente degli infermieri in questo ambito. Conclusioni Per erogare un’assistenza spirituale di qualità è necessario sensibilizzare i curanti fin dall’inizio della formazione infermieristica di base, aumentando la loro consapevolezza in merito ai fattori che promuovono e che ostacolano l’erogazione di questo tipo di cura.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Piasentin, Sergio
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/5112

Actions (login required)

View Item View Item