L’alimentazione degli infermieri in Ticino, i fattori influenzanti le loro scelte alimentari e la promozione di una sana alimentazione al paziente. Studio osservazionale trasversale

Ballabio-Messina, Isabelle (2023) L’alimentazione degli infermieri in Ticino, i fattori influenzanti le loro scelte alimentari e la promozione di una sana alimentazione al paziente. Studio osservazionale trasversale. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Ballabio_Isabelle.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (2MB)

Abstract

Introduzione La professione infermieristica in ambito ospedaliero comporta lavorare secondo uno schema di lavoro a turni, il quale influenza le scelte alimentari, le performance di lavoro e si ripercuote negativamente sulla salute. Scopo Lo scopo dello studio è stato quello di rilevare le abitudini alimentari degli infermieri che lavorano a turni nei reparti di medicina di alcuni ospedali ticinesi, i fattori influenzanti queste abitudini, il loro indice di massa corporea (BMI) e la loro attitudine verso la promozione di una sana alimentazione ai pazienti. Materiali e metodi Il disegno di studio utilizzato è stato di tipo osservazionale trasversale e lo strumento di raccolta dei dati utilizzato è stato un questionario online anonimo inviato tramite mail a infermieri impiegati nei reparti di medicina, con un’esperienza lavorativa uguale o superiore ai sei mesi. Risultati Tra gli infermieri del campione (n= 127), il 15.0% ha indicato di seguire una dieta salutare, il 55.0% promuoveva una dieta sana al paziente e il 32.3% aveva un peso non sano. Sono state riscontrate abitudini alimentari non sane quali: insufficienti porzioni giornaliere di frutta e verdura, cereali e latticini, consumo settimanale alto di alimenti ricchi di sale e zuccheri e irregolarità nei pasti. Le abitudini alimentari sono state correlate alle variabili indipendenti da cui sono state evidenziate alcune significatività statistiche. Le motivazioni riportate ostacolanti una sana alimentazione sono state prevalentemente: stanchezza lavorativa, stress, scarsa motivazione e situazioni emotivamente difficili. Conclusioni Dallo studio sono emersi alcuni comportamenti alimentari non salutari tra gli infermieri partecipanti e più della metà di questi ha riportato carenze conoscitive in ambito alimentare. Nello specifico gli infermieri impiegati a tempo pieno, gli infermieri giovani (20-30 anni) e quelli che effettuano turni notturni andrebbero maggiormente incoraggiati ad assumere scelte alimentari sane. Sono dunque necessarie strategie di miglioramento della salute per gli infermieri, agendo a livello organizzativo, politico e formativo. Parole chiave Health education, nutrition, nurses, dietary guidelines, dietary behavior, diet quality, circadian disruption, obesity, overweight, shift-work, night shift, role model

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Bonetti, Loris
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/5103

Actions (login required)

View Item View Item