Il ruolo dell’infermiere nella presa a carico delle giovani coppie con una diagnosi d’infertilità. Una revisione della letteratura

Aimi, Vanessa (2023) Il ruolo dell’infermiere nella presa a carico delle giovani coppie con una diagnosi d’infertilità. Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Aimi_Vanessa.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background I pazienti che soffrono d’infertilità vivono giornalmente un carico emotivo importante, che diminuisce il loro benessere e la loro qualità di vita. Nell’ambito della diagnosi di infertilità lo scopo è quello di migliorare la qualità di vita dei pazienti, trattare la patologia, la sofferenza fisica, psicosociale e spirituale con l’obiettivo di esaudire il più grande sogno di queste coppie: diventare genitori. L’infermiere ha la possibilità di seguire i pazienti in questa fase delicata della vita, mediante la sua presenza e delle specifiche tecniche relazionali. Obiettivi L’obiettivo del mio lavoro è quello di comprendere l’assistenza infermieristica offerta da ogni infermiere, che possa migliorare il benessere e la qualità di vità delle giovani coppie con una diagnosi d’infertilità Metodologia La metodologia con la quale è stata svolta questa ricerca è la revisione della letteratura, consultando le banche dati PubMed e UpToDate, attraverso le quali sono stati selezionati un totale di 8 articoli. Risultati I risultati di questa ricerca hanno evidenziato che i pazienti si sentono più sicuri quando hanno un operatore sanitario empatico, che fornisce a loro un sollievo psicologico in un processo così difficile. I pazienti si alleano con dei professionisti che permettono di liberare un po’ della tensione presente. Una buona assistenza infermieristica favorisce dei livelli minori di stress e ansia sia negli uomini che nelle donne. Quindi il compito dell’infermiere è quello di essere empatico, comprensivo e fornire qualsiasi supporto sia informativo che emotivo, l’accesso alla consulenza, ai gruppi di supporto e ad eventuali forum online per promuovere la salute mentale e il benessere in un momento così difficile. Conclusioni All’interno della letteratura scientifica è stato difficile ritrovare il ruolo dell’infermiere nei confronti dei pazienti infertili, siccome questa pratica é descritta maggiormente dai medici o dalle ostetriche. Il mio lavoro voleva occuparsi di qualsiasi infermiere che lavorasse in qualsiasi tipo di reparto e non concentrarmi ad esempio solo del ruolo dell’infermiere in un centro di procreazione medicalmente assistita. Quando si parla di infertilità si pensa subito ai metodi di trattamento che esistono, ovvero la procreazione medicalmente assistita, l’obiettivo del mio lavoro di tesi non era quello di fornire troppe informazioni a riguardo, anche se all’interno delle banche dati trovavo molte informazioni inerenti a questa tematica. Un limite del mio lavoro di ricerca è stato anche questo, tentare di non concentrarmi troppo sui trattamenti e la tecnologia proposta al momento, perché come ho potuto imparare la parola infertilità non è solo questo, anzi c’è dietro un mondo, a volte anche nascosto agli occhi dell’essere umano.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Valcarenghi, Dario
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/5097

Actions (login required)

View Item View Item