Riabilitazione ortopedica tramite la realtà virtuale per giovani sportivi sottoposti alla ricostruzione del legamento crociato anteriore

Santoro, Claudio (2023) Riabilitazione ortopedica tramite la realtà virtuale per giovani sportivi sottoposti alla ricostruzione del legamento crociato anteriore. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Santoro_Claudio.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background: La rottura del legamento crociato anteriore (LCA) è frequente negli sportivi. La riabilitazione è possibile modificarla e programmarla utilizzando una tecnologia che favorisca il recupero della propriocezione ed equilibrio alterati a seguito della lesione, mediante l’introduzione di stimoli visivi differenti. Obiettivo: L’obiettivo della tesi consiste nel determinare quale sia l’applicabilità basata sulla terapia tramite la realtà virtuale (VR) nei pazienti che hanno subito un intervento di ricostruzione del LCA; e che questa possa risultare utile, soddisfacente e facile da usare. Metodologia: In questo case series, sono stati inclusi due pazienti ai quali sono state somministrate due terapie fisioterapiche con la VR della durata di 20 minuti ciascuna. Nella prima seduta è stato consegnato un questionario di raccolta dati al paziente, seguito dalla terapia con la VR utilizzando la modalità Plank del gioco Richie’s Plank Experience©. Nella seconda seduta, è stata utilizzata la modalità Hero Accademy e il questionario USE (Lund, 2001). Risultati: Le risposte del questionario mostrano delle leggere differenze nell’utilità (3.6%), e la facilità di apprendimento è rimasta stabile (0.0%). Invece, vi è una differenza maggiore nell’item della facilità d’uso (19%) e la soddisfazione (14.3%). I risultati mostrano dei punteggi superiori al 65% della media del punteggio massimo, ad eccezione della facilità d’uso che il valore risultante è del 52%. Conclusione: La terapia con la VR sembra essere interessante da utilizzare sia per i pazienti che per i professionisti. È stato possibile evidenziare che l’utilità, la facilità d’uso, la facilità di apprendimento e la soddisfazione siano risultati positivi rispetto all’utilizzo di questo ausilio incentivando il paziente alla partecipazione della terapia, ma sarà necessario eseguire ulteriori studi ampliando la popolazione per poter confermare questi risultati.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Scascighini, Luca
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Fisioterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/5002

Actions (login required)

View Item View Item