Revisione narrativa della letteratura sugli interventi fisioterapici che hanno come obiettivo il miglioramento della qualità di vita in pazienti adulti affetti da sclerosi multipla (SM). Revisione narrativa della letteratura

Maldini, Altea (2023) Revisione narrativa della letteratura sugli interventi fisioterapici che hanno come obiettivo il miglioramento della qualità di vita in pazienti adulti affetti da sclerosi multipla (SM). Revisione narrativa della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Maldini_Altea.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (718kB)

Abstract

Introduzione La sclerosi multipla è una patologia neurodegenerativa cronica associata a malfunzionamento del sistema immunitario ed è caratterizzata da aree di demielinizzazione situate nel sistema nervoso centrale. Le cause del processo infiammatorio sono sconosciute, ma si pensa a una combinazione di fattori ambientali e genetici. La sintomatologia riguarda molteplici sistemi, a seconda della localizzazione delle lesioni. L’insieme dei sintomi provoca disabilità e una riduzione della qualità della vita percepita, che risulta essere maggiormente influenzata dalla fatigue. L’obiettivo di questa revisione narrativa è approfondire l’impatto della patologia sulla qualità della vita percepita e identificare gli interventi fisioterapici che possono aumentarne il livello, per poi creare un documento informativo per le persone con sclerosi multipla. Metodologia Interrogando la banca dati PUBmed a partire dalla domanda di ricerca e attraverso le stringhe di ricerca e i criteri di inclusione, ho selezionato e successivamente confrontato otto articoli. Risultati L’analisi ha evidenziato che allenamenti incentrati sull’esecuzione di compiti funzionali o su esercizi con immaginazione motoria e interventi il cui obiettivo è il miglioramento della forza e della condizione aerobica apportano un miglioramento della qualità della vita e una riduzione della fatigue. Conclusione Attualmente non si riconosce un intervento con maggiore efficacia; tuttavia, l’esecuzione di diverse modalità di allenamento fisico ha avuto effetti positivi nella gestione della fatigue e nel miglioramento della qualità di vita. Si sottolinea la necessità di approfondire la ricerca, in quanto gli studi presentano diverse limitazioni, tra cui la dimensione ridotta del campione.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Dante, Alessandra
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Fisioterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/4994

Actions (login required)

View Item View Item