Ricostruzione del legamento crociato anteriore nello sportivo: quali sono le tempistiche ideali per il ritorno allo sport? Una revisione della letteratura

Palazzi, Adam (2022) Ricostruzione del legamento crociato anteriore nello sportivo: quali sono le tempistiche ideali per il ritorno allo sport? Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Palazzi Adam.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Obiettivi Lo scopo di questa revisione è quello di indagare quale tempistica per il ritorno allo sport sia più indicata in atleti reduci da una ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio. Metodi L’elaborato è una revisione della letteratura svolta tramite una stringa di ricerca creata grazie a delle parole chiave unite mediante l’operatore boleano AND. Ho utilizzato principalmente le banche dati PubMed e Cinhal che, grazie alla stringa di ricerca formulata, mi ha permesso di selezionare 7 articoli che ho ritenuto pertinenti. Di questi, 3 sono degli studi caso-controllo, mentre 4 sono studi di coorte. I criteri di inclusione sono stati: soggetti che hanno subito una ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA), di età compresa tra i 17 e i 40 anni (la fascia d’età in cui si trova un atleta solitamente) e l’anno di pubblicazione degli articoli dal 2013 al 2022. Risultati I risultati dei 7 articoli scelti argomentano su quale possa essere la tempistica di ritorno allo sport in atleti reduci da ricostruzione del legamento crociato anteriore. Dagli studi emerge come attendere almeno 9 mesi per il rientro incida positivamente, riducendo il tasso di rischio di recidiva di infortunio. Tuttavia, alcuni studi indicano come dopo i 9 mesi, non vi sia un’ulteriore diminuzione del rischio di re-infortunio. Conclusioni Posticipare il ritorno all’attività sportiva oltre i 9 mesi è accertato che abbia un effetto positivo riducendo il rischio di recidiva di infortunio. Tuttavia, il solo criterio “tempo” non è sufficiente per poter concedere la ripresa dell’attività sportiva in sicurezza all’atleta. È ancora necessario indagare quali possano essere dei criteri specifici ed efficaci per far sì che il rientro allo sport venga concesso nella maggior sicurezza possibile.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Fisioterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/4476

Actions (login required)

View Item View Item