Schizofrenia: la sfida dell’aderenza terapeutica. Quali interventi di assistenza infermieristica è possibile attuare per favorire l’aderenza in un paziente affetto da schizofrenia?

Gravante, Debora and Corti, Nadine (2022) Schizofrenia: la sfida dell’aderenza terapeutica. Quali interventi di assistenza infermieristica è possibile attuare per favorire l’aderenza in un paziente affetto da schizofrenia? Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Corti e Gravante_Nadine e Debora.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (738kB)

Abstract

Background. Secondo la letteratura, a livello mondiale, il tasso di non aderenza terapeutica nel paziente schizofrenico varia dal 20% al 72%. Il trattamento standard prevede un approccio multidisciplinare, implicante l’utilizzo di farmaci antipsicotici e terapie psicoeducative. Un’aumentata aderenza al piano terapeutico migliora la qualità di vita dell’utente, diminuendo il numero di recidive, ri-ospedalizzazioni e costi sanitari associati. L’infermiere può trovarsi confrontato in qualsiasi momento con pazienti aventi difficoltà nell’aderire alla terapia, per questo motivo è importante individuare delle strategie e degli interventi che ne favoriscano l’aderenza. Metodologia. La metodologia designata è la revisione della letteratura. La banca dati principalmente utilizzata è stata PubMed, a seguire Cochrane Library e Cinhal. Abbiamo inoltre usufruito del Centro di documentazione dell’Organizzazione Sociopsichiatrica Cantonale. Risultati. I diversi articoli analizzati affermano che il paziente schizofrenico necessita di un approccio multidisciplinare, è importante scegliere con lui il miglior trattamento farmacologico, prendendo in considerazione la modalità di somministrazione e gli effetti avversi. È rilevante coinvolgere la famiglia nella rete di supporto ed inserire all’interno del piano terapeutico dei colloqui psicoeducativi e interviste motivazionali, al fine di esaminare il vissuto del paziente e sensibilizzarlo riguardo all’obiettivo terapeutico. Conclusioni: I risultati stilati sottolineano l’importanza di creare una relazione di fiducia tra il paziente e i curanti coinvolti, che permetta di accogliere i dubbi e le emozioni della persona attraverso un’attitudine non giudicante e aperta. È importante inizialmente trovare un terreno comune da dove partire e far assumere al paziente un ruolo attivo e decisionale durante tutto il processo di cura. Parole chiave: Compliance; Disorder, Schizophrenic; Medication Adherence; Nonadherence; Nursing; Nursing interventions; Nursing knowledge; Schizophrenia; Treatment Adherence and Compliance.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Bachelor in Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/4378

Actions (login required)

View Item View Item