Il mondo comunitario di Amélie

Keles, Céline (2022) Il mondo comunitario di Amélie. Bachelor thesis, Scuola Universitaria della Svizzera Italiana (SUPSI).

[img] Text
Keles_Céline_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB)

Abstract

Questo lavoro di tesi si concentra sul lavoro di comunità, in particolare su come sviluppare un progetto in tal senso e quale apporto potrebbe portare la figura professionale dell’operatore sociale in questo processo. Nel concreto, è stata svolta una tesi mista in cui si trova sia di tipo teorico-bibliografico sia di tipo empirica, declinata su una realtà ticinese nominata associazione Amélie. Per produrla sono stati utilizzati la metodologia dell’osservazione partecipata, un’intervista semi-strutturata e degli aspetti bibliografici e teorici i quali non sono stati esplicitati all’interno dell’associazione, ciò nonostante si possono identificare e distinguere attraverso una lettura professionale. Nella prima parte viene data una contestualizzazione della zona del quartiere di Pregassona al cui interno si sono manifestate e hanno fatto scalpore delle situazioni di emarginazione e disagio sociale. A partire da questo scenario è nata l’esigenza di vivere in una prospettiva comunitaria riqualificando la zona attraverso le risorse presenti e latenti a livello locale. Viene dunque illustrata la nascita e lo sviluppo dell’associazione Amélie all’interno del capitolo riguardante i risultati emersi con i progetti attuati. Si può cogliere l’iniziativa e l’aspirazione degli abitanti ad impegnarsi nel dare un contributo tramite le proprie competenze, anche nelle proposte ancora da attuare. Quest’ultime fanno emergere la dinamicità e la pluralità presente nel territorio, in quanto si osserva che nel corso del tempo, si viene a conoscenza di nuove necessità a cui l’associazione vuole rispondere in base alle circostanze e cercando le risorse. All’interno della pianificazione e dell’attuazione dei progetti vengono usati strumenti e approcci volti a conoscere la realtà territoriale e gestire le sue attività (come ad esempio l’approccio dell’auto aiuto). Nel lavoro di comunità emerge l’importanza dell’organizzazione e nello specifico del metodo per innescare processi sociali volti a raggiungere gli obiettivi previsti. Dopodiché viene toccato il lavorio del volontariato, dunque la collaborazione tra persone nella loro molteplicità che presentano a livello di identità e di competenze. Oltre a ciò, sono indicati i vari ruoli presenti, il coordinamento e lo svolgimento delle attività al cui interno si possono distinguere due stili d’intervento: non direttivo e direttivo. Si giunge poi alla politica istituzionale in cui si evidenzia la necessità e il potere della partecipazione attiva dei cittadini in rapporto al contesto politico. Essa è definita con il termine di cittadinanza morale. Infine, si conclude coi risultati emersi evidenziando il valore della funzione del ruolo dell’operatore sociale in un lavoro di comunità. Può rivelarsi un facilitatore e accompagnatore nel processo di creazione ed eventualmente di mantenimento del progetto comunitario per mezzo delle competenze relazionali, comunicative e delle conoscenze metodologiche e tecniche pratiche per promuovere maggiore democrazia a livello comunitario.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Uncontrolled Keywords: disagio, emarginazione sociale, lavoro di comunità, comunità, democrazia, pluralità, organizzazione, collaborazione, cittadinanza morale, associazione Amélie, metodi collaborativi, volontariato, cittadinanza attiva
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/4167

Actions (login required)

View Item View Item