L’impatto della Direttiva UE n. 2018/822, cd. DAC 6, in Svizzera : uno sguardo al futuro

Brizzi, Stefania (2021) L’impatto della Direttiva UE n. 2018/822, cd. DAC 6, in Svizzera : uno sguardo al futuro. Bachelor thesis, Scuola Universitaria della Svizzera Italiana (SUPSI).

[img] Text
Brizzi_Stefania_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (970kB)

Abstract

La globalizzazione e il continuo sviluppo tecnologico hanno permesso un continuo mutamento e sfruttamento delle pratiche di elusione ed evasione fiscale transfrontaliera, nonché della pianificazione fiscale aggressiva. Per questo motivo, l’OCSE ha creato le Mandatory Disclosure Rules, ovvero delle regole internazionali non obbligatorie di divulgazione, inerenti le pratiche di pianificazione fiscale illegittima. In concomitanza, anche l’Unione Europea ha deciso di attuare una Direttiva, cd. DAC 6, rivolta ai Paesi membri, utile ad eliminare l’elusione e l’evasione fiscale perpetrata. Le MDR internazionali, tramite le proprie soft law, e la Direttiva europea, mediante le norme obbligatorie per gli Stati membri, intendono eliminare questi fenomeni attraverso la divulgazione delle informazioni inerenti gli schemi ritenuti potenzialmente aggressivi. La Direttiva UE 2018/822, a modifica della precedente 2011/16 UE, ritiene primari, nella divulgazione delle informazioni, tutti gli intermediari in grado di fornire un supporto concreto nella creazione, nell’attuazione e nella vendita di accordi di pianificazione fiscale aggressiva. In principio, si è ritenuto dunque opportuno, effettuare un’analisi comparativa tra il Modello dell’OCSE e la Direttiva euro-unitaria. L’obiettivo finale di questo elaborato è quello di verificare l’impatto della Direttiva euro-unitaria in Svizzera, considerando come, quale Paese esterno all’Unione Europea, non sia necessariamente obbligata a seguire le norme incluse nella Direttiva. La presenza di rilevanti accordi bilaterali e multilaterali presenti tra la Svizzera e l’Unione Europea richiede, tuttavia, una collaborazione da parte degli intermediari svizzeri. Infine, è stato possibile confermare come l’impatto della Direttiva in Svizzera non richieda la divulgazione obbligatoria delle informazioni da parte degli intermediari, nonostante sia opportuno, in ogni caso, informare i propri clienti e le proprie filiali all’interno dell’Unione Europea degli obblighi ai quali risultano sottoposti.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Amaddeo, Francesca
Uncontrolled Keywords: DAC 6, Mandatory Disclosure Rules, fiscalità, scambio automatico di informazioni, SAI, elusione fiscale, evasione fiscale, pianificazione fiscale aggressiva
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3960

Actions (login required)

View Item View Item