Sport rischiosi e differenza di percezione del pericolo dopo una lesione midollare: come declinare l’intervento riabilitativo ergoterapico

Lorenzi, Sara (2021) Sport rischiosi e differenza di percezione del pericolo dopo una lesione midollare: come declinare l’intervento riabilitativo ergoterapico. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Lorenzi Sara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Quadro teorico: La lesione midollare traumatica può essere riscontrata durante lo svolgimento di molteplici attività sportive e ricreative, esse costituiscono meno del 10% di tutti i casi di LMT (OMS, 2015). La decisione di intraprendere occupazioni rischiose dipende da quanto vengono percepite dannose le conseguenze del loro comportamento (Haines et al., 2011). La percezione del rischio è un fenomeno psicologico complesso; che viene definito come la valutazione soggettiva della probabilità che un certo evento si verifichi e il livello di preoccupazione per le rispettive conseguenze. Quindi, il “rischio” è rischio solo nella misura in cui è percepito, e questa "percezione" rappresenta il riconoscimento della probabilità di lesioni (Zambrano-Cruz et al., 2018). La percezione del rischio può essere influenzata dalla dimensione dell’ansia, dell’orientamento culturale e della differenza di genere e; la valutazione del grado di rischiosità dipende da 4 fattori: la volontarietà, la controllabilità, la familiarità e la temibilità (Gazzetti, 2018; Grillo et al., 2013). Obiettivo: Il seguente lavoro di tesi intende indagare come le persone, dopo una lesione midollare causata da uno sport rischioso, variano la loro percezione del rischio e, di conseguenza, come integrare questa caratteristica nel trattamento riabilitativo ergoterapico. Metodologia: Per rispondere al quesito di ricerca formulato si è scelto di utilizzare una metodologia mista e, come strumento di raccolta dati, l’intervista semi-strutturata. I partecipanti sono stati selezionati sulla base di alcuni criteri di inclusione ed esclusione precedentemente stabiliti. Le domande guida volevano esplorare 5 macroaree: le caratteristiche dei partecipanti, il rapporto con lo sport prima dell’incidente, il momento dell’incidente, il rapporto con lo sport rischiosono in seguito all’incidente e la presa in carico di persone con una lesione midollare completa causata da sport rischiosi. Oltre a ciò è stata eseguita una ricerca nella letteratura rispetto alla tematica in questione, quale cornice teorica di supporto. Risultati: La percezione del rischio rappresenta un elemento essenziale che influenza le attività di vita quotidiana. I partecipanti allo studio sono di sesso maschile e gli sport praticati sono la ginnastica artistica e il ciclismo. Le risposte alle domande differiscono per ogni partecipante e, per ognuno di loro, vi sono risposte differenti rispetto alle domande relative al momento prima dell’incidente e al momento dopo l’incidente. Conclusione: Lo studio ha portato alla conclusione che la percezione del rischio dopo un evento traumatico causato da uno sport rischio rischioso aumenta e che, questo cambiamento, viene considerato poco dall’ergoterapista nel trattamento riabilitativo. Emerge quindi l’importanza della consapevolezza di questo cambiamento per prevenire o ridurre i pregiudizi e la necessità di considerare la percezione del rischio nel trattamento riabilitativo, poiché ha un’influenza significativa sullo svolgimento delle attività. Keywords: Occupational therapy; Risk; Risk perception; Spinal Cord Injury; Sport

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3820

Actions (login required)

View Item View Item