Ricerca qualitativa sulla gestione infermieristica di utenti che hanno effettuato un tentativo di suicidio

Rushiti, Viktoria (2021) Ricerca qualitativa sulla gestione infermieristica di utenti che hanno effettuato un tentativo di suicidio. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Rushiti Viktoria.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Tema Il lavoro di tesi tratterà il tema del tentativo di suicidio. In particolare, si analizzeranno gli interventi infermieristici da attuare nella fase acuta e cronica dopo un tentativo di suicidio, l’impatto psicologico ed emotivo del personale curante nella gestione di tali utenti. Ho scelto di analizzare questo argomento in quanto i casi di suicidio, soprattutto nel nostro paese, stanno aumentando sempre di più. Il tema della morte nella nostra società è una tematica che viene in qualche modo evitata, motivo per il quale ho optato per questo lavoro di tesi. Scopo e obiettivi Lo scopo principale di questo lavoro di tesi consiste nel comprendere la gestione infermieristica di utenti che hanno effettuato un tentamen suicidale. In particolare, comprendere quali sono gli interventi da attuare nella fase acuta e cronica. Gli obiettivi del lavoro di Bachelor sono conoscere gli interventi attuati dal personale infermieristico, l’impatto psicologico ed emotivo degli infermieri che lavorano a stretto contatto con utenti di casistica simile. In particolare, approfondire i vissuti, le emozioni e le difficoltà nella presa a carico degli utenti che fanno effettuato un tentamen suicidale. Metodologia La metodologia utilizzata è la ricerca qualitativa di tipo fenomenologico-descrittivo. Le interviste sono semi strutturate e per l’analisi dei dati è stato utilizzato il metodo di Colaizzi. Sono stati intervistati nove infermieri e un medico che lavorano presso l’organizzazione sociopsichiatrica di Mendrisio (OSC). In particolare, otto interviste sono state somministrate a infermieri che lavorano in un reparto di psichiatria acuta e un’intervista è stata somministrata, secondo il metodo focus group, ad un’infermiera e ad un medico che lavorano presso l’Home Treatment, i quali si occupano della presa in carico degli utenti in fase acuta nel loro domicilio. Il lavoro è suddiviso in due sezioni: la prima sezione riguarda il quadro teorico inerente il tema del tentativo di suicidio e un approfondimento del periodo evolutivo dell’adolescenza. Questi concetti sono stati approfonditi tramite una revisione della letteratura, dunque, tramite la consultazione di articoli scientifici, libri di testo. La seconda sezione del lavoro invece riguarda la ricerca sul campo in particolare un’analisi e una discussione dei dati emersi dalle interviste effettuate al personale curante. Alla fine del lavoro è presente una conclusione. Risultati In questo lavoro di tesi sono emersi dati fondamentali, sia dalle interviste che dal quadro teorico, che permettono di comprendere al meglio la gestione infermieristica degli utenti che hanno effettuato un tentativo di suicidio. Tramite le interviste somministrate agli infermieri sono riuscita a indagare le aree che mi ero prefissata di approfondire prima d’iniziare il lavoro: i segnali precoci di crisi, i fattori di rischio del tentativo di suicidio, i bisogni dell’utente, gli interventi da attuare nella fase acuta, gli interventi di prevenzione da avviare nella fase cronica, il ruolo infermieristico nella gestione di utenti che hanno effettuato un tentamen suicidale, i contatti con il paziente dopo la dimissione, differenziazione del tentativo di suicidio come atto dimostrativo e dal tentativo come atto fatale, il vissuto dei curanti e infine la presa a carico dei caregivers. Conclusioni Da questo lavoro di tesi emerge, sia dal quadro teorico che dalle interviste, quanto il ruolo infermieristico sia fondamentale soprattutto nella gestione acuta. L’infermiere ha il compito di mettere in sicurezza il paziente e l’ambiente che lo circonda, soprattutto alcune ore dopo l’evento del tentativo di suicidio questo affinché si possa evitare un ulteriore tentamen suicidale. Dal lavoro emerge anche che è molto importante attivare un percorso a lungo termine con l’utente affinché si possa comprendere al meglio la sofferenza che ha spinto ad effettuare un’azione simile. Inoltre, l’impatto psicologico è molto forte nei confronti del personale curante, che in alcuni casi si trova in difficoltà. Parole chiave Suicide attempts, adolescents, nursing role, risck factors, prevention, nurse, emotion

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3799

Actions (login required)

View Item View Item