Bedsharing: un beneficio per l’allattamento o un rischio per la morte bianca?

Orrù, Axelle (2021) Bedsharing: un beneficio per l’allattamento o un rischio per la morte bianca? Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Orrù Axelle.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (691kB)

Abstract

Background Storicamente la condivisione del letto tra genitori e neonati era un luogo comune ben accettato e utilizzato dalla maggior parte delle madri, sia con i neonati che con i bambini piccoli. Nelle società di oggi, soprattutto quello moderne e sviluppate, la pratica non è più una routine ma qualcosa che i genitori scelgono di fare. Questo cambiamento è avvenuto a seguito di raccomandazioni mediche che considerano il dormire con i genitori una pratica non salutare e con un aumentato rischio per la sindrome della morte improvvisa del lattante. Non tutti però sono convinti di ciò. C’è chi, infatti, la considera una pratica protettiva nei confronti della SIDS in quanto incrementa l’allattamento al seno. I pareri contrastanti che si hanno su questa relazione tra SIDS e bedsharing genera incertezze sia ai genitori sia nelle implicazioni cliniche. Nasce così la controversia tra i tre temi ovvero: il bedsharing rappresenta un beneficio per l’allattamento o un rischio per la morte bianca? Scopo della ricerca Lo scopo della ricerca è quello di comprendere se la condivisione del letto tra madre e neonato aumenta la durata e l’esclusività dell’allattamento; andando poi a relazionare i due temi con la sindrome della morte improvvisa del lattante per comprendere meglio come si devono comportare le madri che vogliono praticare il bedsharing e allattare al seno, per non mettere in pericolo il proprio bambino. Metodologia La metodologia scelta per redigere questa tesi di bachelor è la revisione della letteratura. La ricerca dei cinque articoli selezionati per rispondere alla domanda di tesi è stata svolta attraverso delle banche dati elettroniche in base ai criteri di inclusione ed esclusione predefiniti dal quesito di ricerca. Per ogni articolo è stata verificata la validità scientifica attraverso la checklist di Duffy adattata allo studio. Risultati e conclusioni Tutti i cinque articoli selezionati sono concordi al fatto che la condivisione del letto tra madre e neonato aumenta la durata e l’esclusività dell’allattamento al seno. Nonostante ciò, la pratica di bedsharing viene ancora sconsigliata in quanto vi sono delle direttive che indicano che aumenta il rischio di SIDS. Tuttavia, le prove esistenti non supportano che la condivisione del letto da sola, in assenza di altri pericoli può essere considerata un fattore di rischio per la SIDS. Sarebbe quindi più utile individualizzare le madri che hanno maggior probabilità di condividere il letto, capire come il rischio potrebbe variare per ogni individuo e adattare i consigli che bilancino la minimizzazione del rischio e il supporto per l’allattamento al seno.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3794

Actions (login required)

View Item View Item