Interventi infermieristici atti a migliorare la qualità di vita dei pazienti pediatrici affetti da leucemia linfoblastica acuta e dei loro familiari: una revisione della letteratura

Lazzaroni, Sara (2021) Interventi infermieristici atti a migliorare la qualità di vita dei pazienti pediatrici affetti da leucemia linfoblastica acuta e dei loro familiari: una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Lazzaroni Sara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (4MB)

Abstract

Background Trovarsi di fronte ad una diagnosi di leucemia linfoblastica acuta in età pediatrica comporta una serie di sfide che il bambino o l’adolescente devono affrontare per poter superare l’esperienza traumatica e fare in modo che questa non influenzi negativamente la loro crescita e il loro sviluppo. Per questo motivo è necessaria un’assistenza adeguata che faccia fronte ai loro bisogni sia in quanto pazienti malati ma anche in quanto individui in piena fase di sviluppo. Inoltre la malattia sconvolge anche il resto della famiglia ed è importante perciò considerare anche loro nell’assistenza. La presa a carico per questi pazienti è quindi molto complessa. Scopo Il seguente lavoro di tesi ha lo scopo di individuare degli interventi infermieristici, siano essi sul piano fisico, psicologico o sociale, per i pazienti pediatrici (bambini e adolescenti) affetti da leucemia linfoblastica acuta per migliorarne la qualità di vita che è compromessa a causa della malattia e dei trattamenti che ne derivano, come ad esempio la chemioterapia. Metodologia Al fine di realizzare questo lavoro è stata eseguita una revisione della letteratura, che consiste nel ricercare nelle varie banche dati degli studi che rispondano alla domanda di ricerca e fare poi una sintesi critica. Le banche dati consultate sono le seguenti: PubMed, CINAHL Complete, Cochrane, SAGE journals, Wiley Online Library, ScienceDirect e la rivista di settore Cancer Nursing. La ricerca è stata eseguita nel periodo di tempo che va dal 12.11.2020 al 31.01.2021. Gli studi selezionati sono tutti di tipo sperimentale (RCT) o quasi-sperimentale. Risultati Per la ricerca sono stati analizzati 8 studi e dai risultati è emersa l’importanza dell’educazione a tutta la famiglia e della presenza costante dell’infermiere per quest’ultima. Egli ha lo scopo di sostenere il paziente malato, fornirgli delle tecniche da applicare a domicilio che gli permettano di ridurre la sintomatologia, sostenerlo psicologicamente tramite tecniche di distrazione (ad esempio il gioco) o semplicemente parlando e reintegrarlo nella società. Inoltre l’infermiere deve garantire un’assistenza continua ai genitori assicurandosi che stiano bene e istruendoli in merito alla malattia e alla presa a carico a domicilio sia del figlio malato ma anche dei fratelli e delle sorelle. Conclusioni L’infermiere si trova quindi a dover fornire un’assistenza individualizzata al paziente considerando le sue esigenze in base alla fase di sviluppo e a seconda di come egli vive la malattia. La presa a carico deve però coinvolgere anche altre figure professionali che collaborano con l’infermiere per garantire un’assistenza globale e mirata. È importante considerare anche i sentimenti del resto della famiglia e non banalizzarli, cercando di andare incontro alle loro esigenze e sostenendoli durante tutto il percorso della malattia.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3784

Actions (login required)

View Item View Item