Convivere con una malattia infiammatoria cronica intestinale: il ruolo della medicina narrativa nel percorso di accettazione della malattia

Langiu, Alice (2021) Convivere con una malattia infiammatoria cronica intestinale: il ruolo della medicina narrativa nel percorso di accettazione della malattia. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Langiu Alice.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (703kB)

Abstract

Background Le malattie infiammatorie croniche intestinali, più conosciute con l’acronimo inglese IBD (inflammatory bowel diseases) sono uno specifico gruppo di malattie autoimmuni croniche a carico dell’apparato gastrointestinale. Al suo interno vengono situate la Retto colite ulcerosa e il Morbo di Crohn. Questa tipologia di condizione comporta notevoli cambiamenti nella vita persona sia dal punto di vista biologico, sia da quello sociale e psicologico. Tali cambiamenti si ripercuotono su ogni aspetto della vita causando una frammentazione identitaria. La medicina narrativa può essere un utile strumento volto all’assimilazione e all’ accettazione della nuova condizione. Scopo e obbiettivi L’obbiettivo di questo lavoro di Bachelor è di comprendere e valorizzare l’uso della narrazione all’interno del percorso di adattamento e accettazione della malattia, in quanto l’eradicazione di quest’ultima non è al momento possibile. Metodologia La metodologia utilizzata è la revisione sistematica della letteratura. Per la ricerca degli articoli scientifici sono state utilizzate le seguenti banche dati: NCBI Pub-med, Cochrane Library e Cihnal (EBSCO). Al termine della fase di ricerca gli articoli considerati idonei alla revisione sono risultati essere sei. Risultati Dai risultati, emerge come le IBD abbiano forti ripercussioni sulla vita delle persone, in grado di ripercuotersi sulla sfera privata, intima, sociale, scolastica e lavorativa. Questo tipo di conseguenze possono portare i pazienti a reprimere la propria condizione, scatenando di conseguenza un’avversione, che ne mina successivamente l’accettazione. La mancanza di accettazione non permette all’identità di malattia di integrarsi a quella precedentemente plasmata nel corso degli anni. Questo porta non solo ad una frammentazione identitaria ma anche allo sviluppo di strategie di coping inefficaci, che non permettono a chi convive con la malattia di vivere serenamente con essa. L’uso della narrazione sia scritta che orale si è dimostrata essere un valido metodo, in grado di aiutare il malato a dare un senso alla sua condizione, permettendogli di perseguire nuovi scopi e obbiettivi. Conclusioni L’adattamento e l’accettazione comportano un percorso non lineare composto da tappe. La malattia cronica infiammatoria intestinale non può essere guarita, ma il suo impatto sulla vita quotidiana può essere contenuto grazie ad una presa in cura globale, volta al raggiungimento della più alta qualità di vita possibile. Parole chiavi IBD patients, Impact of/on Social life, Narrative medicine, Resilience, Adult with Crohn Disease/Ulcerative Colitis, Quality of life, Narrative aproach, Acceptance of a chronic illness, Bowel disease, Patients worries and feelings, Patients words, Chronic ilness

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3782

Actions (login required)

View Item View Item