La valutazione multidimensionale dell’anziano, il Geriatric Assessment Team ed il ruolo dell’Advanced Practice Nurse

Barca, Romina (2021) La valutazione multidimensionale dell’anziano, il Geriatric Assessment Team ed il ruolo dell’Advanced Practice Nurse. Master thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

Full text not available from this repository.

Abstract

Introduzione: Il sistema sanitario si sta confrontando con un invecchiamento esponenziale della popolazione, con conseguente aumento dei ricoveri ospedalieri di pazienti anziani. Anche nel territorio ticinese, contestualmente all’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio, le cifre relative al numero di pazienti anziani che accedono al Pronto Soccorso in regime d’urgenza e le relative ospedalizzazioni, necessitano di riflessioni rispetto a quanto l’anziano fragile presenti dei bisogni assistenziali complessi e la sua presa in cura debba basarsi su un approccio multidimensionale, interdisciplinare e specializzato. Design e metodi: Lo studio ha presentato due fasi distinte: nella prima fase è stata condotta una Rapid Review al fine di identificare i modelli esistenti relativi alla valutazione multidimensionale dell’anziano, all’approccio interdisciplinare e alla presenza di personale specialistico nell’assistenza geriatrica. Nella seconda fase è stato condotto uno studio qualitativo attraverso l’esecuzione di sei interviste ai principali stakeholders identificati nel processo di presa a carico a livello locale (medico geriatra, infermiere, fisioterapista, ergoterapista, psicologo ed assistente sociale). Tale studio aveva l’obiettivo di riconoscere l’opinione dei professionisti rispetto agli elementi salienti della valutazione multidimensionale e della presa a carico dell’anziano presso i reparti specialistici di geriatria. Risultati: La Rapid Review condotta ha portato all’individuazione di otto diversi modelli di presa a carico di pazienti anziani in ambito acuto (ACE, NICHE, GRN, ACZIO, Rural Geriatric Glue, HCOP, SWP, COTE). Dalla comparazione tra i modelli sono emerse delle considerazioni generali rispetto all’obiettivo principale del modello (ovvero migliorare la presa a carico dell’anziano fragile), il lavoro interdisciplinare e la sua applicazione (come ad esempio la frequenza delle valutazioni e la loro condivisione), il ruolo e le competenze dell’infermiere (non solo rispetto alle cure dirette al paziente ma anche quale promotore dello sviluppo delle conoscenze degli infermieri), nonché gli outcomes (sulla qualità delle cure ma anche sulla valorizzazione dei ruoli infermieristici). Dall’analisi tematica delle interviste ai professionisti sono stati identificati quattro macrotemi (valutazione multidimensionale dell’anziano, collaborazione interdisciplinare, infermiere esperto: caratteristiche ed efficacia, outcomes) e sei temi. Da essi emerge che l’iter diagnostico e riabilitativo presso i reparti di Geriatria dell’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio si basa su valutazioni multidimensionali condotte regolarmente da professionisti specializzati nella cura al paziente geriatrico. Le stesse vengono discusse periodicamente e collegialmente, nell’ottica dell’interdisciplinarietà, con lo scopo d’identificare aree d’intervento e piani d’assistenza condivisi. Inoltre, si evidenzia quanto la presenza di infermieri con competenze avanzate e knowhow allargato come l’Advanced Practice Nurse possa migliorare gli esiti sul paziente, tra cui un miglioramento della qualità/continuità delle cure, una diminuzione delle complicanze ed un rientro più sicuro al domicilio, oltre a favorire lo sviluppo delle competenze da parte degli infermieri in materia di assistenza geriatrica. Le opinioni dei professionisti sono in linea con quanto emerso dalla Rapid Review: una valutazione multidimensionale, la collaborazione interdisciplinare e la presenza di infermieri specializzati migliora la qualità assistenziale, riducendo le riammissioni ospedaliere, i ricoveri in strutture lungodegenti e conseguentemente i costi sanitari. Conclusioni: la presa in cura della persona anziana è ormai diventata una priorità nell’ambito delle discussioni all’interno di molte organizzazioni sanitarie. In diversi contesti internazionali la figura dell’Advanced Practice Nurse ha dimostrato di possedere delle competenze avanzate che gli permettono di dare un notevole contributo nella definizione di strategie assistenziali atte al miglioramento della qualità delle cure geriatriche. Grazie anche alle sue competenze sviluppate nell’ambito della leadership e della formazione, questo ruolo potrebbe fungere da punto di riferimento verso le molteplici figure professionali che partecipano alla definizione di un iter assistenziale multidimensionale. Diviene dunque necessario investire maggiormente sulla sensibilizzazione, non solo della popolazione generale, ma soprattutto dei maggiori esponenti delle pratiche e politiche sanitarie ticinesi, affinché una figura ancora poco conosciuta nella sua delineazione nel contesto ticinese ma dall’elevato potenziale nella sua applicabilità, possa finalmente essere riconosciuta quale fondamentale nell’assistenza alla persona. Parole chiave: anziano, anziano fragile, valutazione multidimensionale, team interdisciplinare, APN.

Item Type: Thesis (Master)
Corso: Master of Science in cure infermieristiche
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3554

Actions (login required)

View Item View Item