Analisi dei drivers dell’Eco-Innovazione: Evidenze empiriche dalla Community Innovation Survey

Buzzetti, Aldo (2019) Analisi dei drivers dell’Eco-Innovazione: Evidenze empiriche dalla Community Innovation Survey. Master thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Buzzetti Aldo_tesi_Master.pdf

Download (4MB)

Abstract

L’inquinamento atmosferico, l’esaurirsi delle risorse naturali e l’aumento continuo della popolazione mondiale sono ormai dati di fatto. Ciò pone enfasi sulla necessità di dover inevitabilmente effettuare una transizione verso una società basta su modelli di produzione e consumo a basso impatto ambientale. In questo senso l’eco-innovazione (EI) ricopre un ruolo di importanza cruciale. Il presente studio mira a comprendere quali sono i principali fattori che spingono le aziende ad introdurre innovazioni ambientali. Attraverso una disamina della letteratura corrente è stato definito un modello teorico basato su quattro cluster di determinanti: Technology push, Market pull, Environmental policy e Firm specific factors. Le analisi sono state condotte su di un dataset contenente informazioni circa le attività innovative di aziende appartenenti a 15 paesi UE; la “Community Innovation Survey 2014”. I risultati scaturiti dai modelli di regressione rivelano che, oltre alle regolamentazioni ambientali, vi sono diversi fattori che giocano un ruolo chiave nello stimolare l’EI. In particolare il fattore con maggiore incidenza è rappresentato dall’implementazione di sistemi di gestioni ambientali (EMS). Gli stessi, infatti, consentono di incrementare le capacità organizzative delle imprese identificando le inefficienze produttive e facilitando lo sviluppo di soluzioni volte a migliorare le performance ambientali. Sorprendentemente la costruzione di un brand eco-sostenibile è il terzo driver, dopo EMS e regolamentazioni, in termini di effetti marginali. La novità di tale riscontro, poco analizzato in studi econometrici precedenti, sottolinea la consapevolezza delle aziende circa l’evoluzione delle preferenze dei consumatori, sempre più orientate verso prodotti e servizi green. Anche fattori quali il potenziale risparmio dei costi e la domanda corrente/prevista per prodotti eco-friendly hanno un effetto marginale piuttosto significativo. Inoltre, l’importanza ricoperta da attività quali training del personale e cooperazione con partner esterni evidenziano la complessità legata a queste forme di innovazione che richiedono, inevitabilmente, un set di competenze altamente specializzate. Aspetto particolarmente rilevante per il campione analizzato contraddistinto, in prevalenza, da paesi basati su regimi tecnologici ad alto impatto ambientale e con performance eco-innovative sotto la media UE. I risultati emersi contribuiscono, inoltre, alla definizione di interessanti spunti di riflessione per aziende e policy makers e aprono le porte a nuove ricerche sul campo che potrebbero applicare il seguente modello utilizzando strategie di campionamento differenti.

Item Type: Thesis (Master)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Lucchini, Mario
Additional Information: Indirizzo di approfondimento: Innovation Management
Uncontrolled Keywords: Inquinamento, innovazione, ambiente, aziende, EMS
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3543

Actions (login required)

View Item View Item