La rivoluzione FinTech e il settore bancario svizzero

Nikolic, Denis (2020) La rivoluzione FinTech e il settore bancario svizzero. Master thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Nikolic Denis_tesi_Master.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution.

Download (5MB)

Abstract

Nelle notizie, FinTech è "dirompente", "rivoluzionario" e armato di "armi digitali", che "abbatteranno" le barriere e le istituzioni finanziarie tradizionali (World Economic Forum, 2017). Sebbene si stia espandendo molto rapidamente nei mercati interessati, il suo potenziale impatto su banche e istituzioni finanziarie, come le conosciamo oggi, è tutt'altro che chiaro. I casi di concorrenti con innovazioni digitali e i loro effetti dirompenti abbondano nei settori interessati dalle tecnologie digitali. Netflix ha causato la "rovina" di Blockbuster, e Amazon quella di molti librai e rivenditori specializzati. Skype ha occupato il 40% dei mercati delle chiamate internazionali in meno di dieci anni. Per questi grandi operatori storici il grande principale problema è stato l'incapacità di rendersi tempestivamente conto ed adattarsi all’evoluzione in corso. Sebbene evocativi, questi esempi non si adattano perfettamente al settore finanziario. Il fenomeno qui è significativamente diverso perché il sistema bancario è multi-prodotto, con clienti eterogenei, intrinsecamente afflitto da informazioni asimmetriche e fortemente regolamentato. In questo elaborato, grazie all’analisi di diverse fonti secondarie e ad una validazione di queste tramite interviste ad operatori direttamente interessati al caso in questione, si è riusciti a sviluppare una visione globale di quello che potrebbe essere il prossimo futuro del settore finanziario in Svizzera. Lo studio analizza il settore bancario svizzero e lo raffronta con quello internazionale dove si è notato un importante parallelismo tra i trend futuri del settore e quello che sono gli attuali ambiti di sviluppo del FinTech. In secondo luogo, proprio quest’ultimo viene analizzato nel dettaglio seguendo l’approccio dell’analisi PEST dalla quale è stata evidenziata in particolare la forte impronta del mercato finanziario-tecnologico in Svizzera. Sono diverse le sinergie con il settore bancario del paese e si contano inoltre numerosi e voluminosi investimenti degli ultimi anni in tecnofinanza. La combinazione delle due analisi permette infine, con l’ausilio di alcune interviste mirate, di elaborare diversi accorgimenti per futuri adeguamenti di business model di questo ramo della finanza. La tensione tra stabilità e concorrenza è alla base dell'intero dibattito su FinTech e su come regolarlo. La domanda cruciale è se, e fino a che punto, il FinTech sta sostituendo banche e altri istituti finanziari in carica. E se, così facendo, indurrà un sano processo competitivo, migliorando l'efficienza in un mercato con elevate barriere all'ingresso, o piuttosto causerà perturbazioni e instabilità finanziaria. Le FinTech forniscono infatti gli stessi servizi delle banche, ma in modo più efficiente grazie alle tecnologie. Ad esempio, come le banche, le piattaforme di crowdfunding trasformano i risparmi in prestiti ed investimenti. Tuttavia, diversamente dalle banche, le informazioni che queste usano sono basate su big data e non su relazioni a lungo termine; l'accesso ai servizi è decentralizzato e consentito solo attraverso piattaforme internet. Questa attività, come tante altre, porta ad una netta disintermediazione rispetto all’offerta bancaria tradizionale. La società FinTech generalmente svolge una o poche attività in modo disaggregato. La catena del valore delle banche comprende invece numerosi servizi e attività tra loro raggruppati. Il raggruppamento fornisce potenti economie di scopo. L'economia del settore bancario tradizionale si basa proprio su questa capacità delle banche di raggruppare servizi come depositi, pagamenti, prestiti, ecc. e la sua struttura è conforme a questa logica. Per poter competere con gli incumbent le FinTech saranno costrette in futuro a raggruppare diversi servizi se desiderano espandere le proprie attività o integrare i propri servizi con quelli delle banche. Il modello di business FinTech è pertanto altamente probabile che converga gradualmente verso quello delle banche tradizionali. La concorrenza migliorerà l'efficienza, attirerà nuovi players, ma rafforzerà anche gli operatori storici in grado di operare con il nuovo mercato. L'intermediazione continuerà ad essere una funzione cruciale dei mercati finanziari; sarà in parte effettuata in modo diverso rispetto ad oggi: molto più Internet e piattaforme Internet con elaborazione di informazioni molto più efficiente attraverso i big data. Ma le banche non scompariranno. Se alcune lo faranno, saranno sostituite da altre più efficienti. Le banche di maggior successo saranno quelle che miglioreranno l'agilità e ridurranno i costi collaborando con una serie di partner diversi per costruire un ecosistema più forte. Le banche non possono farlo da sole; la cultura della collaborazione deve essere rafforzata. Ma per raggiungere questo stato futuro, le banche dovranno liberare il potenziale del FinTech nelle proprie organizzazioni (E&Y, 2018). L'Open Banking accelererà l'innovazione a vantaggio dell'utente finale è potrà offrire delle opportunità per le banche che hanno una visione strategica del proprio ruolo nel più ampio ecosistema (Credit Suisse, 2018). Coloro che vogliono sfruttare questo potenziale devono agire ora per trovare il modo di interagire con queste organizzazioni innovative per raggiungere una collaborazione che crea valore. A meno che gli istituti di credito nazionali e le aziende FinTech non lavorino meglio insieme, nessuno dei due trarrà tutti i benefici dell'innovazione. Devono collaborare o possono morire. La più grande minaccia a breve termine per la maggior parte delle banche non proviene dal FinTech ma dai concorrenti tradizionali che meglio sapranno sfruttarne le opportunità.

Item Type: Thesis (Master)
Corso: UNSPECIFIED
Supervisors: Sorlini, Marzio
Additional Information: Indirizzo di approfondimento: Innovation Management
Uncontrolled Keywords: banca, Svizzera, economia finanziaria
Subjects: Economia
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Economia e Diritto
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3535

Actions (login required)

View Item View Item