Vissuti dei pazienti oncologici affetti da dolore cronico: una meta sintesi qualitativa

Gibelli, Sara (2020) Vissuti dei pazienti oncologici affetti da dolore cronico: una meta sintesi qualitativa. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Gibelli Sara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (676kB)

Abstract

Introduzione: questo lavoro di tesi ha come proposito quello di valutare i vissuti dei pazienti oncologici con dolore cronico, di cogliere il significato di tale sintomo per i soggetti interessati, raccogliere l’impatto che questo riflette nella vita delle persone coinvolte, al fine di formulare riflessioni pertinenti nell’ambito dell’agire infermieristico che possano implementare strategie efficaci di presa a carico. Metodo: il metodo utilizzato per la realizzazione di questo lavoro di tesi è stato quello della metasintesi qualitativa, un approccio intenzionale all'analisi dei dati attraverso studi qualitativi. Per la realizzazione della ricerca sono state utilizzate le banche dati offerte dal pacchetto messo a disposizione dal servizio informatico della SUPSI: PubMed, Cinhal, Ovid nel periodo di tempo che va dal 01.01.2020 al 29.02.2020. Sono stati selezionati studi tipo qualitativo e mixed-methods. Risultati: dalla ricerca della letteratura sono stati inclusi in questa revisione dieci studi, i temi evidenziati principalmente dai pazienti intervistati, sono l’impatto che il dolore cronico, secondario al cancro, riflette nella vita delle persone, in termini di elementi invalidanti che concorrono al peggioramento delle condizioni di vita. Sono stati evidenziati, negli studi selezionati, elementi di isolamento sociale, perdita di ruoli sociali ed identitari, limitazioni delle attività di vita quotidiana, peggioramento del tono dell’umore e decadimento dello stato generale di salute. Dagli studi inclusi si è potuto evincere, in maniera univoca, la volontà, da parte dei pazienti e dei familiari, di ricercare strategie di coping diverse, a seconda del significato attributo al dolore e la unanime necessità di sentirsi parte attiva nella gestione del sintomo doloroso. La ricerca, ha potuto sottolineare, come la percezione negativa dei pazienti sulla propria presa a carico e la non sempre adeguata competenza del personale curante, in termini di proposte e procedure efficaci nella valutazione e gestione del dolore cronico, rappresentino elementi prognostici negativi nella qualità di vita dei pazienti e finiscano per affievolire l’aderenza e la fiducia dei pazienti nelle proposte di cura. Conclusioni: sulla base di quanto è emerso dalla letteratura analizzata, è possibile affermare che grande rilevanza per i pazienti è data dalla possibilità di diventare il più possibile autonomi nella gestione del loro dolore, in linea con il significato che ognuno di loro attribuisce ad esso. Dal punto di vista infermieristico è perciò fondamentale saper riconoscere e indagare il dolore cronico secondario a cancro in tutte le sue sfumature, promuovere l’empowerment dei pazienti, in termini di conoscenza del dolore, conoscenza delle relative strategie farmacologiche e non farmacologiche a disposizione, accessibilità a luoghi di cura ma anche nella proposta di luoghi di condivisone, di auto mutuo aiuto, di preghiera, di spiritualità. Dal punto di vista dell’agire infermieristico le conclusioni possibili emerse, grazie a questa revisione, sono nella possibilità per gli infermieri di essere dei facilitatori nel processo di gestione e di cura, attraverso l’uso di una comunicazione efficace, di interventi educativi e di insegnamento mirati e puntuali, ma anche nella periodica rivalutazione e verifica di ciò che i pazienti conoscono. Inoltre saper immaginare e proporre una continuità nelle cure, anche quando queste sembrano esaurirsi, nella possibilità di essere al servizio del paziente, non solo per la patologia o il sintomo che manifestano, ma per il paziente nella sua dimensione olistica e globale. È importante quindi la ricerca di un agire infermieristico capace di adattare tutte le strategie disponibili, affinché il paziente possa sentirsi l’esperto del suo stato di salute e capace di usufruire di tutte le possibilità messa a disposizione per mantenere una qualità della vita soddisfacente, in linea con le sue volontà e attitudini.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3468

Actions (login required)

View Item View Item