La psicoeducazione familiare come approccio favorevole al miglioramento della qualità di vita, in persone adulte affette da schizofrenia, in ambito clinico e/o ambulatoriale. Una revisione della letteratura

Hecimovic, Tina (2020) La psicoeducazione familiare come approccio favorevole al miglioramento della qualità di vita, in persone adulte affette da schizofrenia, in ambito clinico e/o ambulatoriale. Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Hecimovic Tina.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (683kB)

Abstract

Background La schizofrenia è un disturbo mentale grave caratterizzato da un’alterata percezione della realtà, questo aspetto incide in maniera importante nella vita quotidiana, infatti in queste persone dominano; il ritiro sociale, la disorganizzazione della comunicazione e l’alterazione delle percezioni, degli affetti, dei pensieri e dei comportamenti. Questa patologia comporta delle complicazioni piuttosto importanti, come ad esempio: la grave incapacità di funzionare nella società, che possono mettere a rischio sia la persona malata sia la sua famiglia, in quanto le problematiche dell’uno influiscono sull’altro. Ogni persona affetta da questo disturbo, lo manifesta in maniera differente dagli altri, in quanto avrà la propria combinazione di segni e sintomi, dovuti ad un specifico rapporto con le esperienze passate vissute. Due aspetti cruciali e tipici della schizofrenia sono: l’eterogeneità e la sua variabilità nel tempo. Scopo della ricerca Lo scopo della seguente ricerca è determinare se l’approccio psicoeducativo familiare, applicato in un contesto clinico e/o ambulatoriale, possa contribuire a migliorare la qualità di vita, della persona adulta affetta da schizofrenia; promuovendo la remissione prolungata della sintomatologia psicotica, riducendo e prevenendo il rischio di ricadute. Metodologia Il tipo di metodologia di ricerca adottata per l’elaborazione di questo lavoro di Tesi: è la revisione della letteratura scientifica. Gli articoli scientifici sono stati ricercati nelle seguenti banche dati: PubMed e Cinahl EBSCO. Giunti al termine della ricerca, sono stati selezionati 5 articoli scientifici; questi sono stati ritenuti idonei in quanto rispettano i criteri di inclusione prestabiliti. Risultati Dai risultati dei 5 articoli selezionati per la revisione della letteratura, è emerso che: integrando l’intervento di psicoeducazione familiare alla terapia farmacologica e alle cure di base, si dimostra essere uno strumento valido ed efficacie allo scopo di migliorare la qualità di vita di pazienti affetti da schizofrenia. Il programma psicoeducativo familiare ha influenzato in maniera positiva i pazienti a cui è stato sottoposto, in quanto ha inciso positivamente sulla remissione della sintomatologia psicotica, sulla riduzione dei tassi di ricaduta e sulla comprensione e conoscenza della malattia. A questi risultati si aggiungono anche altri ottenuti secondariamente come; migliore comprensione della terapia farmacologia, miglioramento dell’aderenza terapeutica e miglioramento del benessere psicologico del paziente. Conclusioni Questa revisione della letteratura scientifica, grazie alla ricerca e analisi svolta su cinque articoli scientifici riassunti nella tabella in allegato, dimostra che: un programma di psicoeducazione familiare, svolto in contesto clinico e/o ambulatoriale, è efficacie allo scopo di migliorare la qualità di vita di una persona affetta da schizofrenia, aiutandola a ridurre la sintomatologia psicotica e il tasso di ricadute.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3454

Actions (login required)

View Item View Item