Telenursing: l’effetto di un follow-up telefonico infermieristico sull'autogestione del diabete mellito di tipo 2 a domicilio

Corti, Silvia (2020) Telenursing: l’effetto di un follow-up telefonico infermieristico sull'autogestione del diabete mellito di tipo 2 a domicilio. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Corti Silvia.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (305kB)

Abstract

Tema: Al giorno d’oggi il numero di malati cronici e di persone anziane è in rapida crescita. Per la terapia delle malattie croniche, come il diabete mellito di tipo 2, la maggioranza delle cure vengono svolte a domicilio dai pazienti stessi. Il ruolo degli infermieri è, per ora, quello di educare i pazienti istruendoli ai cambiamenti da porre nella loro vita al fine di riuscire a convivere con questa nuova situazione. Il grande numero di cambiamenti richiesti e il ruolo centrale del paziente, spesso, non permettono una buona aderenza dello stesso, ai regimi terapeutici imposti da questo genere di malattie. Più specificatamente, nel diabete di tipo 2, si chiede di modificare il tipo di dieta, di aumentare le ore di attività fisica, di controllare il livello di glucosio nel sangue, di trattare le iperglicemie e le ipoglicemie e via dicendo. Questi numerosi elementi rischiano di non essere compatibili con lo stile di vita del paziente, che decide quindi di non rispettarli nel migliore dei modi oppure non ne è da subito in grado. L’utilizzo di nuove tecnologie, quali il contatto telefonico con infermieri specializzati, associato ad un’educazione terapeutica tradizionale, potrebbe aumentare la conoscenza e la capacità del paziente nel rispettare tutto ciò, rendendolo attento all’importanza di apportare queste modifiche per poter evitare gravi ripercussioni sulla salute. Obiettivo: L’obiettivo di questa tesi è quello di verificare se un’educazione terapeutica convenzionale, ovvero effettuata tra le mura di un istituto di cura, associata ad un follow-up telefonico da parte di infermieri, permetta un miglioramento dell’emoglobina glicata (HbA1c%) e dell’aderenza ai regimi terapeutici in pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2. Metodologia: Per raggiungere il mio obiettivo ho deciso di svolgere una revisione della letteratura. Inizialmente ho effettuato una ricerca teorica riguardante i principali temi che avevo intenzione di trattare nella mia tesi: il diabete mellito di tipo 2, l’educazione terapeutica, l’aderenza, la telemedicina ed il telenursing. Dopo di che ho ricercato sulle banche dati gli articoli che integravano questi elementi. Infine, ho analizzato i dati ed ho stilato le conclusioni del mio lavoro. Conclusioni: Tenendo conto dei risultati emersi, il follow-up telefonico applicato da infermieri a pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2 stabili, in regime di autocura, per un tempo determinato ed associato ad un regime di cura convenzionale, può essere un metodo valido per diminuire i livelli di HbA1c% e migliorare l’aderenza ai regimi di cura. Parole chiave: infermieri, diabete mellito di tipo 2, telefonata, emoglobina glicosilata.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3442

Actions (login required)

View Item View Item