L’importanza dell’infermiere attorno all’ordine di non rianimazione

Brianza, Alessandro (2020) L’importanza dell’infermiere attorno all’ordine di non rianimazione. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Brianza Alessandro.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (624kB)

Abstract

Background: L'acronimo “DNR” – in inglese, “Do Not Resuscitate” – trova varie trasposizioni in italiano; tra queste la più chiara e di immediata comprensione è quella che parla di ordine di non rianimazione, con il quale si intende quell’ordine che vieta di intervenire in caso di arresto cardiocircolatorio, vietando anche di conseguenza di praticare la rianimazione cardio-polmonare ed inducendo ad evitare quei trattamenti che risultano inutili nella buona cura del paziente e che non vanno in alcun modo ad influire sulla sua qualità di vita. Ogni persona ha dei diritti e gli infermieri, a loro volta, hanno un codice deontologico da rispettare. Ne conseguono la necessità e l’importanza di cercare di comprendere il ruolo dell’infermiere in queste dinamiche, declinandolo anche, se possibile, nel percorso di fine vita che dovrebbe cominciare dopo la prescrizione di un DNR. Scopo: Lo scopo del mio lavoro è proprio quello di indagare su quale debba essere il ruolo dell’infermiere in una situazione di cura in cui è presente un ordine di non rianimazione e di comprendere quali siano le implicazioni da questo derivanti, valutando ad esempio come andrà evitato l’accanimento terapeutico a favore invece, per quanto possibile, di un percorso di cure palliative e dell’accompagnamento del paziente in uno stato di declino. Metodologia: La metodologia utilizzata è una revisione della letteratura, ovvero una sintesi critica dei lavori pubblicati riguardo al ruolo infermieristico nelle cure palliative e negli ordini di non rianimazione (DNR). Risultati: I risultati illustrano come l’infermiere, benchè non abbia un ruolo attivo nella determinazione di DNR, svolga un ruolo fondamentale che ruota attorno all’ordine di non rianimazione e tutti i processi ad esso correlati. Uno dei ruoli principali è l’advocacy che ha come naturale manifestazione la promozione delle cure più adatte e non dannose, che hanno beneficio per la qualità di vita del paziente e che rispettano i suoi desideri e le sue decisioni. La letteratura al riguardo attribuisce all’infermiere molteplici e importanti funzioni; oltre a questo importante ruolo di advocacy, egli deve essere educatore del paziente, affiancandolo, spiegando la situazione, aiutandolo a comprendere e ad assumere l’atteggiamento più opportuno. Deve anche estendere il suo interesse ai familiari e porsi come consolatore ed accompagnatore del paziente e dei famigliari. Inoltre, dalla letteratura è emerso che gli ordini di DNR sono per lo più di competenza medica, ma necesiterebbero di una presa in considerazione multidisciplinare; oltre a ciò, si è reso evidente che il DNR è spesso uno strumento difficilmente applicabile, che tende ad essere prescritto in modo tardivo. Ne consegue una maggiore necessità di progettualità delle cure in modo da evitare l’accanimento terapeutico e/o l’applicazione di manovre e trattamenti medici tendenzialmente futili, che non garantiscono una buona qualità di vita ai pazienti gravemente malati. Ne deriva anche che le advance care planing o la pianificazione anticipata delle cure, sono l’approccio più efficace per la presa in carico di paziente gravemente malati e affetti da patologie cronico-degenerative. Conclusioni: In conclusione possiamo sottolineare che l’infermiere esercita molti ruoli, tutti volti a tutelare il paziente e a garantirgli il miglior e più benefico processo di cura. L’infermiere funge da collegamento, come ponte tra paziente, famiglia e cure mediche e dottori. È auspicabile quindi che ci si avvalga il più possible l’infermiere, cercando un approcio multidisciplinare e multidimensionale a beneficio del paziente, sopprattutto in situazioni di malattia cronica grave. Keywords: DNR, DNAR, Palliative care, Nurse's role in palliative care, Ethical issues in DNR, Ethicsl in palliative care, DNR and Nurse, Critical Care Nursing, Nurses' perceptions of DNR, Allowing Natural Death, Medical Futility

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3434

Actions (login required)

View Item View Item