L’efficacia della distrazione durante le procedure invasive di venipuntura nel paziente pediatrico

Bosisio, Mara (2020) L’efficacia della distrazione durante le procedure invasive di venipuntura nel paziente pediatrico. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Bosisio Mara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background Qualsiasi procedura effettuata mediante l’utilizzo di un ago è fonte di dolore, paura, ansia e preoccupazione per un bambino. Gli infermieri che svolgono quotidianamente queste procedure devono essere consapevoli riguardo alla gestione di queste emozioni e soprattutto essere capaci di far vivere al bambino un’esperienza il meno traumatica possibile. Si è soliti utilizzare degli anestetici locali prima di pungere il bambino, ma sempre di più ci si sta avvicinando ad un approccio di tipo non farmacologico. La distrazione è entrata a far parte dello svolgimento delle mini procedure invasive e la si sta sperimentando sempre più, in quanto sembra portare beneficio sia al personale curante, il quale risulta essere più tranquillo e sicuro nello svolgimento della procedura, sia al bambino in quanto è più collaborativo e meno spaventato di fronte a questo tipo di intervento. Scopo L’obiettivo principale di questo lavoro di Bachelor è riconoscere se la distrazione può essere un valido strumento per lenire il dolore e la paura prima, dopo e durante una procedura medica dolorosa come può essere la venipuntura. Metodo Ho scelto di elaborare questo lavoro di tesi utilizzando come metodologia la revisione della letteratura. Le banche dati su cui ho fatto affidamento sono: PubMed, Cochrane Library, Chinal (EBSCO). Risultati In tutti i nove articoli selezionati emerge che i metodi non farmacologici, più precisamente la distrazione, sono uno strumento efficace per lenire il dolore e la paura nei pazienti pediatrici sottoposti a procedure mediche dolorose mediante l’utilizzo di un ago. Conclusioni Questa ricerca dimostra che la distrazione può essere un valido strumento per la gestione del dolore e della paura durante un atto invasivo nel bambino. È importante però capire se l’infermiere è in grado di riconoscere l’efficacia di questa tecnica e soprattutto se è in grado di integrarla nella routine di reparto. Parole chiave “Distraction techniques”; “School-age Children”; “Pain”; “Fear”; “Anxiety”; “Venipuncture”; “Intravenous placement”.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3433

Actions (login required)

View Item View Item