Gli interventi di prevenzione terziaria, supportati da strumenti di psicoeducazione, per il miglioramento della qualità di vita del paziente affetto da depressione maggiore

Almeida Dias, Laura (2020) Gli interventi di prevenzione terziaria, supportati da strumenti di psicoeducazione, per il miglioramento della qualità di vita del paziente affetto da depressione maggiore. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Almeida Dias Laura.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (4MB)

Abstract

Background La depressione maggiore è un disturbo in cui si presenta alterato non solo il tono dell’umore ma anche, in forma più o meno grave, le manifestazioni affettive, cognitive e comportamentali, spesso accompagnate da disturbi somatici, fino alla compromissione delle funzioni vitali e di relazione. La psicoeducazione è una metodologia che ha l’obiettivo di aiutare i pazienti ad accettare le loro condizioni di salute, spiegare loro le caratteristiche cliniche della patologia, le opzioni di trattamento e incoraggiarli ad anticipare l’insorgenza di complicanze. L’assistenza a una persona depressa richiede abilità e resistenza alla frustrazione, infatti l’infermiere si trova di fronte a una persona che, rinchiusa in sé stessa, non prova interesse a essere aiutata ed è al contrario indifferente se non addirittura oppositiva. Obiettivi Questo lavoro di Bachelor ha l’obiettivo di identificare se gli interventi di prevenzione terziaria supportati da strumenti di psicoeducazione hanno rilevanza sul miglioramento della qualità di vita del paziente affetto da depressione maggiore mediante: una diminuzione delle recidive e del numero di ricoveri, il riconoscimento precoce da parte del paziente e dei familiari dell’insorgenza di sintomi che possono indicare una ricaduta e l’impiego indipendente di strategie per far fronte a situazioni di crisi. Metodologia Per la stesura del presente elaborato, è stata condotta una revisione della letteratura. Gli articoli sono stati ricercati nelle seguenti banche dati: PubMed, PsycInfo, CINHAL, Cochrane Library, UpToDate. Al termine della ricerca sono stati scelti sette articoli per lo svolgimento della revisione. Questi studi dovevano rispondere agli obiettivi, ai criteri di inclusione e di esclusione precedentemente redatti. Risultati Da questa revisione risulta che la terapia di prima scelta per il trattamento della depressione maggiore risulta essere la terapia farmacologica, ma è emerso che la psicoeducazione è uno strumento utile per migliorare l’aderenza dei pazienti al trattamento farmacologico, al miglioramento della conoscenza della patologia, al miglioramento dei sintomi depressivi e di conseguenza al miglioramento della qualità di vita. Conclusioni La depressione maggiore è una patologia complessa in quanto è un fenomeno multifattoriale in cui si intersecano i fattori biologici, genetici e psicosociali, per cui incide in tutte le sfere dell’individuo. La psicoeducazione è una metodologia specifica che mira a rendere consapevole la persona con un disturbo psichico riguardo alla malattia e ai mezzi da utilizzare per poterla fronteggiare. La presente revisione della letteratura conferma la necessità di approfondire la gamma di studi riguardo gli interventi psicoeducativi legati alle terapie complementari. Keywords Depression, major depression, psychoeducation, psychoeducational intervention, quality of life, tertiary prevention, nursing role.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3421

Actions (login required)

View Item View Item