Dove tutto ha inizio… : indagine sul Servizio inserimenti del Luganese della Fondazione Diamante e il ruolo dell’educatore sociale

Ghezzi, Martina (2020) Dove tutto ha inizio… : indagine sul Servizio inserimenti del Luganese della Fondazione Diamante e il ruolo dell’educatore sociale. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Martina Ghezzi Lavoro di tesi - Dove tutto ha inizio...pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (866kB)

Abstract

Dove inizia un percorso la cui riuscita dipende dalle precedenti esperienze di vita? La ricerca che state per leggere presenta un lavoro svolto nell’ambito del Servizio inserimenti (SI) del Luganese, della Fondazione Diamante (FD). Un’indagine volta a capire il funzionamento del servizio stesso e il ruolo che l’educatore sociale assume al suo interno. Lo studio, focalizzato all’ascolto delle varie figure che compongono il “Triangolo dell’inserimento” lavorativo (datore di lavoro, utente e SI), nato dall’interesse della scrittrice verso il mondo del lavoro per le persone con disabilità, pone particolare sguardo al difficile rapporto tra l’universo della disabilità e il sistema produttivo. La ricercatrice si prefigge l’obiettivo di rispondere alla seguente domanda di tesi: Quali sono le finalità e l'organizzazione del Servizio Inserimenti del Luganese e quale ruolo assume l'educatore al suo interno? A partire dal 1987 il Servizio inserimenti del Luganese si impegna, assieme agli altri servizi offerti dalla Fondazione Diamante, al fine di garantire alle persone con disabilità pari opportunità lavorative. Grazie all’operato degli educatori attualmente inserisce circa 23 persone con disabilità nel mondo del lavoro non protetto e collabora con 13 datori di lavoro solo nel territorio Luganese. La ricercatrice, che ha costruito il suo lavoro di tesi passo dopo passo, ha deciso inizialmente di addentrarsi nel lavoro definendo alcuni dei termini che caratterizzano l’argomento e permettono di comprendere meglio la ricerca. Grazie alla contestualizzazione, ha colto le leggi di riferimento e i principali attori/servizi collegati all’indagine. Proseguendo, la delimitazione di un quadro teorico ha permesso alla scrittrice e permetterà ai lettori di avere le necessarie basi per poter analizzare e leggere in maniera critica quanto emerso all’interno della dissertazione. Interviste, letture e ricerca strutturano quello che è stato un lavoro di indagine approfondito, in cui la priorità è stata data al dare voce a coloro che spesso potrebbero trovarsi in situazione di difficoltà: le persone con disabilità. La ricerca che nel tempo si è strutturata, ha fatto emergere molti nuovi quesiti ed ha permesso di cogliere alcuni elementi essenziali che permettono al servizio di funzionare: la motivazione, la fiducia e la collaborazione. Tasselli importanti e ritrovabili anche all’interno della teoria presa in esame. Teoria che a volte è tanto chiara quanto di difficile applicazione negli specifici contesti della pratica professionale. Lascio a voi lettori ora cogliere le parti più complesse del lavoro in questo campo. Ricordando comunque che il ruolo dell’educatore all’interno del SI non è facilmente definibile come spesso si pensa, piuttosto si mostra come incerto e propenso a continui mutamenti.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Educatore sociale
Uncontrolled Keywords: laboratorio protetto, servizio inserimenti, inclusione lavorativa, persone con disabilità, disabili, Fondazione Diamante
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/3321

Actions (login required)

View Item View Item