Esiste un ruolo per l’ergoterapista nel trattamento della depressione? Che cosa offre il panorama letterario rispetto ai metodi di trattamento della depressione e cosa sta emergendo? Revisione della letteratura

Marrè, Chiara (2019) Esiste un ruolo per l’ergoterapista nel trattamento della depressione? Che cosa offre il panorama letterario rispetto ai metodi di trattamento della depressione e cosa sta emergendo? Revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
MArrè Chiara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Background La depressione è un disturbo dell'umore caratterizzato da sintomi specifici tra cui tristezza, perdita di interesse, anedonia, mancanza di appetito, sensi di colpa, bassa autostima, disturbi del sonno, sensazione di stanchezza e scarsa concentrazione. La depressione comporta una notevole compromissione della capacità di agire ed è uno dei più gravi problemi di salute mentale che ci attendono nel futuro. Sono necessarie, quindi, una migliore prevenzione, nuove politiche educative e sociali e una comprensione delle cause della depressione come un fenomeno multifattoriale. A tale proposito, il ruolo dell’ergoterapia deve essere documentato e studiato per comprendere quali contributi potrebbe offrire e per trovare trattamenti efficaci alla cura di questa sintomatologia. Obiettivo L’obiettivo di questa revisione è quello di descrivere quali sono i metodi utilizzati a livello internazionale e svizzero a proposito del trattamento della depressione; indagare il ruolo dell’ergoterapista nel trattamento di questa sintomatologia così invalidante, nonché comprendere i vissuti del paziente che sta affrontando un’esperienza depressiva. Metodologia Al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato è stata svolta una revisione della letteratura all’interno delle banche dati scientifiche pluridisciplinari e sanitarie tra cui PubMed, Science Direct (Elsiever), Taylor e Francis, CAIRN, PsychSpider, CINHAL, Cochrane Library , Medline. Dai risultati trovati, sono stati poi selezionati tredici articoli. Risultati Dalla revisione è risultato che al momento, il trattamento più utilizzato per la cura della depressione, nonché quello che gode delle migliori evidenze scientifiche è la terapia cognitivo comportamentale (CBT). Discrete evidenze sono a favore della terapia basata sulla consapevolezza, meglio conosciuta come Mindfulness (MBI). Degno di considerazione è pure il Tree Theme Method (TTM), che tuttavia necessita di ulteriori studi per convalidarne l’effettiva validità. Conclusione La depressione è un fenomeno multifattoriale in cui si intersecano fattori biologici, genetici e sociali, che incide su tutte le sfere dell’individuo. Il trattamento offerto deve considerare pertanto tutte queste aree. Attualmente il metodo più utilizzato per la cura della depressione è la terapia cognitivo comportamentale (CBT), tuttavia il lavoro degli ergoterapisti dovrebbe ampliarsi ai luoghi di vita delle persone, ad esempio, creando interventi specifici sul posto di lavoro. Non si deve dimenticare, che storicamente, l’ergoterapia è stata collegata alle attività creative e manuali e che queste sono ancora largamente utilizzate nella pratica professionale, insieme ad altri interventi come l’ortoterapia. Parole chiave Occupational Therapy, Depression, Mental Health, Treatment, Intervention, Workplace

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2956

Actions (login required)

View Item View Item