Impertinenti ma belli!

Marin Ortiz, Enara (2019) Impertinenti ma belli! Master of Advanced Studies (MAS) thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Marin Ortiz Enara_DSP.pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La bellezza, grazie alla sua forza e al suo potere, è motivo di studi e ricerche sin da tempi remoti. Oggi giorno, grazie a diverse correnti filosofiche e allo sviluppo della psicologia, si da un luogo privilegiato alla bellezza, elevandola a sentimento e componente fondamentale della vita emotiva e della costruzione di conoscenze. Saper riconoscere il bello, avere delicatezza dell’immaginazione, sensibilità, è fondamentale per poter inoltre costruire la propria identità. L’arte offre una occasione unica per imparare ad apprezzare il bello (e il brutto). Attraverso l’arte ci si apre al modo. Il docente dovrebbe trovare le strategie oportune per dare la chiave dell’interpretazione ai bambini. I dadaisti sono stati tra i primi artisti del‘900 a rinunciare all’imposizione di un modello di bellezza e, con le loro opere provocatorie, hanno stravolto il concetto stesso di opera d’arte. L’espressione e la rappresentazione del bambino sono al centro del progetto didattico di questo testo. Attraverso il pensiero laterale, il bambino cerca in profondità, non si ferma allo stereotipo. Propongo diverse attività per stimolare i bambini a guardare con attenzione, a usare il loro pensiero laterale. Concludo il percorso con un laboratorio per la trasformazione impertinente di un oggetto.

Item Type: Thesis (Master of Advanced Studies (MAS))
Corso: MAS Educazione alle arti plastiche nelle scuole comunali
Subjects: Formazione - Apprendimento
Divisions: Dipartimento formazione e apprendimento
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2940

Actions (login required)

View Item View Item