Seguendo i passi di un collocamento terapeutico : servizi e enti coinvolti in collocamenti terapeutici di adolescenti con una diagnosi psichiatrica al di fuori del territorio del Canton Ticino : procedure e riflessioni

Tantardini, Carolina (2019) Seguendo i passi di un collocamento terapeutico : servizi e enti coinvolti in collocamenti terapeutici di adolescenti con una diagnosi psichiatrica al di fuori del territorio del Canton Ticino : procedure e riflessioni. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Tantardini_Carolina_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (4MB)

Abstract

La psichiatria è un elemento integrante della società che si può ritrovare in tutte le fasce di età. Spesso, quando si parla di persone con una diagnosi psichiatrica, il pensiero va agli adulti, ma vi sono anche minori con un disagio psichico. Qual è il percorso che devono intraprendere questi adolescenti? Quali sono i servizi coinvolti e le procedure per la presa a carico di questi giovani? Quando si ipotizza un collocamento terapeutico e quando ci si rivolge oltre i confini ticinesi? Quali sono gli aspetti principali portati dalle istituzioni coinvolte? A queste domande si è cercato di rispondere in questo lavoro per delineare quella che è la situazione nel Canton Ticino e quali sono gli elementi principali che emergono. Si è deciso quindi di fornire dei dati statistici per definire la portata del fenomeno, indicando poi la problematica individuata. La contestualizzazione ha permesso di evidenziare come, per far fronte alle necessità di minori con una diagnosi psichiatrica con l’obiettivo di garantirne sempre il benessere, ci si debba rivolgere in più occasioni a strutture non presenti in Ticino. Per meglio approfondire la tematica sono stati inseriti dei concetti teorici che definiscono il ciclo di vita dell’adolescenza in generale e, in particolare, dei giovani con un disagio psichico. Lo scopo è di delineare delle caratteristiche generalizzabili, sempre tenendo presente il fatto che ogni persona e ogni situazione ha le proprie peculiarità. È stato interessante inserire anche alcuni modelli di presa a carico di comunità terapeutiche per adolescenti così da poter mettere in risalto e a confronto alcuni aspetti emersi nella tesi. Queste informazioni sono state raccolte tramite interviste ai principali professionisti che compongono la rete di un giovane con una diagnosi psichica: l’Autorità regionale di protezione, l’Ufficio dell’aiuto e della protezione - Settore famiglie e minorenni, il Servizio medico-psicologico, l’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani, un Centro educativo per minorenni e la comunità socio-terapeutica ARCO. Tramite i colloqui con gli esponenti di questi enti, sono state reperite le procedure che svolgono e gli elementi principali di un eventuale collocamento terapeutico. Questa fase ha portato ad identificare delle tematiche poi correlate con alcuni concetti teorici come l’importanza dell’adesione del giovane al progetto, il distacco dalla famiglia, il ruolo che essa gioca e il gruppo dei pari. Sono inoltre stati inseriti degli articoli ricavati da leggi e convenzioni ai quali la Svizzera e il Ticino fanno riferimento. Un aspetto costantemente emerso nel corso della ricerca, è l’importanza di coinvolgere attivamente il minore e la famiglia costruendo l’intero percorso insieme ai professionisti. Questo avviene perché, più un progetto è co-costruito, maggiore sarà l’adesione da parte dei principali attori e migliori potranno essere i risultati. È inoltre fondamentale il sostegno dei professionisti in tutte le fasi, dall’assunzione di consapevolezza, all’ipotesi progettuale, all’avvicinamento alla struttura, durante il collocamento, ma anche nella progettazione del rientro e nella sua realizzazione. Essendo presente in Ticino solamente la comunità ARCO che si occupa della casistica, spesso ci si deve rivolgere a strutture in altre regioni della Svizzera o in Italia. Il guardare altrove porta in sé aspetti nuovi, come l’elemento linguistico che si presenta per i contesti francofoni e germanofoni e la formazione in riferimento alla differente struttura scolastica e professionale per l’Italia. In conclusione sono state inserite delle riflessioni partendo da quanto è emerso nel corso della ricerca anche come suggestioni per un suo possibile sviluppo. Inoltre sono stati elencati i progetti che si stanno pensando e realizzando a livello istituzionale ticinese. Si tratta dunque di un cammino che segue passo per passo la strada di un collocamento terapeutico, con i compagni di viaggio e gli elementi che lo caratterizzano.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Educatore Sociale
Uncontrolled Keywords: Collocamento terapeutico, Minorenni, Psichiatria, Adolescenti con disagio psichico, Comunità socio-terapeutiche, Ticino
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2919

Actions (login required)

View Item View Item