Il Resettlement : reinsediati in Ticino: sfide e opportunità per alcune famiglie siriane e per i professionisti della rete territoriale

Pacini, Daria (2019) Il Resettlement : reinsediati in Ticino: sfide e opportunità per alcune famiglie siriane e per i professionisti della rete territoriale. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Pacini Daria, tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (4MB)

Abstract

Questo lavoro di tesi ruota attorno al programma Resettlement, un progetto ideato da UNHCR al fine di aiutare alle persone presenti nei campi profughi a poter avere una nuova vita e un nuovo benessere familiare ed individuale. “Resettlement” significa reinsediamento ed è proprio a questo che mira UNHCR in collaborazione con gli Stati mondiali aderenti, tra cui la Svizzera. Questa ricerca vuole fornire un’idea chiara sul progetto dandone una spiegazione che vada dalla visione macro, riguardante aspetti uguali per tutto il mondo ovvero quelli legati alla prima fase del processo attivo ed ha luogo in uno dei campi profughi, fino ad arrivare alla visione micro: il Ticino. Durante quest’ultima, oltre alla situazione e le fasi ticinesi del progetto, vengono spiegati anche i ruoli degli operatori e vengono approfonditi due temi: quello della visita domiciliare, a cui i professionisti ricorrono, e quello della mediazione linguistico-culturale. Lo scopo di questo lavoro è di fornire una spiegazione su questo progetto andando a comprendere anche come i diversi attori coinvolti lo vedano o vivano. Per ottenere queste informazioni, è stato scelto di fare uso delle interviste semi strutturate e rivolgerle agli operatori del progetto Resettlement ticinese, due coppie di genitori reinsediati e quattro docenti di alcuni dei loro figli. Attraverso quello che è emerso dalle risposte, è stato possibile fare delle comparazioni sui vissuti in modo tale da ottenere maggiori elementi sino ad allora poco chiari. Sono stati intervistati i docenti poichè gli operatori hanno spesso a che fare con loro. Inoltre, i docenti sono stati fondamentali al fine di rispondere all’obiettivo di comprensione riguardo al se e quanto determinate persone, pur non lavorando a stretto contatto con il progetto, lo conoscano. In aggiunta a questo fattore, si è cercato di comprendere come stia procedendo il processo di integrazione delle famiglie reinsediate e il funzionamento del lavoro di rete tra i vari attori istituzionali. Su quest’ultimo argomento è stato effettuato un breve approfondimento, essendo una delle domande che hanno spinto a fare questa ricerca, che concerne il tipo di rete con cui gli operatori del Resettlement si confrontano. Riassumendo, questo lavoro di tesi vuole essere una testimonianza del progetto ‘Resettlement’, del suo sviluppo e del suo andamento in Ticino sia dall’interno (operatori CRSS) che dall’esterno (famiglie e docenti). Occorre infine precisare che vi è un’assenza di informazioni specifiche a riguardo di tale progetto a livello cantonale, si trovano solamente quelle concernenti il Resettlement in Svizzera e quindi a livello nazionale. Si spera dunque questo lavoro di tesi possa contribuire, seppur parzialmente, a migliorare gli aspetti conoscitivi e a valorizzare le specificità regionali.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Assistente sociale
Uncontrolled Keywords: richiedenti asilo, CRSS, integrazione, operatore sociale, lavoro di rete
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2901

Actions (login required)

View Item View Item