L’approccio narrativo nella relazione con la persona anziana : riflessioni e proposte per un orientamento professionale a partire dalle storie di vita nel contesto di una casa anziani

Oggier, Niccolò (2019) L’approccio narrativo nella relazione con la persona anziana : riflessioni e proposte per un orientamento professionale a partire dalle storie di vita nel contesto di una casa anziani. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
LT Niccolò Oggier.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (777kB)

Abstract

La scelta di indagare il tema dell’entrata in casa anziani per una persona anziana nasce dalle esperienze e riflessioni sorte durante il periodo di pratica professionale svolto presso la casa anziani San Rocco nel ruolo di educatore sociale. L’interesse rispetto alla persona anziana deriva soprattutto dalle osservazioni dirette di ciò che può comportare il passaggio dalla propria casa alla struttura residenziale. Un processo che influenza la dimensione sociale, psicologica e biologica della persona. La domanda di tesi mira a indagare come l’educatore può contribuire al mantenimento dell’individualità della persona anziana residente in casa per anziani, con quali modalità e come può ovviare ai rischi insiti nel processo di istituzionalizzazione ed infine come può a promuovere un equilibrio positivo nella persona anziana, prediligendo in questo caso un approccio alla narrazione delle storie di vita. La tesi prende in considerazione l’istituzione per persone anziani in quanto tale, quindi non si focalizza specificatamente sulla casa anziani San Rocco, anche se rimane il contesto nel quale è stato svolta l’esperienza. La particolarità che differenzia questa struttura dalle altre è la presenza della figura dell’operatore sociale (o educatore sociale), una prima rispetto al contesto cantonale. I suoi compiti – oltre lo sguardo spiccatamente socio educativo - riguardano la progettazione di attività e misure intergenerazionali e collaborare con i diversi servizi interni alla struttura (animazione, reparti sanitari, ecc.). Per il lavoro di tesi si è fatto riferimento a diversi autori che hanno permesso il dialogo tra pratica e teoria ed aiutato ad approfondire concetti centrali e fondamenti per il percorso di ricerca. Si troveranno apporti di Gian Luca Greggio, Duccio Demetrio, Erving Goffman, Pietro Vigorelli e Antonio Censi e altri autori inerenti ai temi affrontati. L’approccio narrativo assume diversi compiti, quello di ricostruzione delle storie di vita delle persone anziane; delineare il ruolo e le azioni dell’educatore sociale nel lavoro con la persona. Per poter indagare il tema prescelto, si è optato per utilizzare una raccolta di storie di vita attraverso lo strumento del diario. Grazie al quale, durante il periodo di pratica professionale, sono state raccolte le storie di quattro persone anziane. Così facendo, all’interno di questo lavoro, saranno presentate le storie cercando di promuovere una rappresentazione globale della persona a partire dai loro racconti. Questo lavoro di tesi ambisce ad un duplice ordine di motivi: favorire la riflessione rispetto la presa in carico di persone anziane e, parallelamente, iniziare ad intessere un discorso, a livello culturale, a proposito del ruolo dell’educatore sociale all’interno delle strutture sanitarie per la popolazione anziana.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Educatore sociale
Uncontrolled Keywords: approccio narrativo, persona anziana, identità e ruoli sociali, educatore sociale, storie di vita, mantenimento individualità, processo istituzionalizzazione
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2897

Actions (login required)

View Item View Item