Nuove sfide per la Scuola Media : importanza e ruolo dell’Educatore regionale

Montagner, Andrea (2019) Nuove sfide per la Scuola Media : importanza e ruolo dell’Educatore regionale. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Montagner_Andre_Tesi Pubblicazione-2.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (803kB)

Abstract

Questo lavoro di tesi affronta il tema dell’educatore regionale all’interno della Scuola Media ticinese e si prefigge di rispondere alla seguente domanda di ricerca: Com’è definita la figura dell’educatore all’interno delle Scuole Medie del Ticino e quali possono essere i suoi futuri sviluppi?”. La finalità è stata quella di riuscire a dare un’immagine, il più concreta possibile, di quella che è l’attualità di questa figura a livello territoriale. Per raggiungere questo scopo sono state fatte diverse interviste a personaggi privilegiati tra cui Francesco Vanetta, ex direttore dell'Ufficio insegnamento medio, e Daniele Lucchini, attuale capogruppo del Servizio di Sostegno Pedagogico. Inoltre, sono stati intervistati gli attuali educatori regionali con lo scopo di far emergere gli individuali punti di vista e le loro metodologie di lavoro. A livello di struttura, questo lavoro di tesi presenta inizialmente una panoramica in merito al contesto della scuola media, inizialmente più generale e poi nello specifico di quella ticinese, e in seguito una ricostruzione storica della genesi dell’educatore regionale. La parte più consistente del lavoro è poi caratterizzata dal focus sull’educatore regionale analizzando la sua attivazione, il mansionario, le potenzialità e criticità della figura ed infine le possibili prospettive di sviluppo futuro. Ciò che è emerso da questo lavoro di ricerca è che questa nuova figura dell’educatore regionale si definisce, all’interno della Scuola Media del Ticino, come una vincente forma d’intervento per quei ragazzi che all’interno delle sedi sono portatori di grandi sofferenze. Essa costruisce un ponte tra i servizi interni ed esterni alla scuola e permette di intervenire non solo all’interno di quello che è definito il tempo scolastico ma anche in quello extrascolastico. L’educatore regionale è dunque un sostegno all’allievo che può accompagnarlo anche al di fuori del tempo scolastico per aiutarlo nella ricerca di soluzioni funzionali alla sofferenza che sta vivendo. Quello che si può dunque dire è che la figura dell’educatore regionale è stata accettata positivamente dalle altre figure già presenti nella Scuola Media e che si sta sempre maggiormente guadagnando il suo apprezzamento per gli interventi svolti. Ciò che però si è potuto evince, grazie a questo lavoro, è che in alcune sedi questa figura è ancora poco sfruttata e conosciuta. Quelli che infatti potrebbero essere degli sviluppi futuri sono dunque legati ad una diffusione della cultura dell’educatore regionale all’interno delle sedi e una maggior presenza degli educatori all’interno delle singole sedi. Questo lavoro di tesi si vuole porre come un inizio di ricerca in merito ad una figura che attualmente è ancora poco studiata. In futuro sarebbe infatti interessante poter indagare maggiormente il punto di vista dei professionisti che maggiormente si trovano a collaborare con gli educatori regionali per poter costruire, anche grazie alla loro visione, una cultura più chiara dell’educatore nella scuola media.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Educatore sociale
Uncontrolled Keywords: Educatore Regionale, Scuola Media, Territorio, Servizio di Sostegno Pedagogico, Educatore Scolastico
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2894

Actions (login required)

View Item View Item