L'ufficio del curatore comunale : definizione della figura a sostegno delle istituzioni sociali del comune di Chiasso

Holecz, Shari (2019) L'ufficio del curatore comunale : definizione della figura a sostegno delle istituzioni sociali del comune di Chiasso. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Shari Holecz_ Lavoro Sociale_opzione assistente sociale_ tesi di bachelor.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Gli ambiti entro cui un operatore sociale può esplicare la propria conoscenza professionale nel campo dell’aiuto sono molteplici. Basti pensare alla fitta rete di istituzioni sociali presenti nel Canton Ticino, volte a rispondere ai bisogni delle persone che, in un determinato momento della loro vita, necessitano di essere accompagnate e supportate. I servizi sociali sono in continua trasformazione a causa dei cambiamenti della società e dei disagi dei cittadini che, in misura sempre maggiore, sono caratterizzati da difficoltà di carattere mentale e abusi di sostanze (Kestel, 2019). Per questa ragione si è deciso di condurre un’analisi su una nuova funzione introdotta nel comune di Chiasso: il curatore comunale. Questa risorsa è stata introdotta nel 2016 in risposta alle sollecitazioni esplicite e implicite della società odierna. Per poter conoscere questa figura, è necessario introdurre l’evoluzione dell’autorità di protezione che ha da sempre determinato il bisogno di istituire misure di tutela o curatela nei confronti dei propri cittadini, ripercorrendo una cronistoria delle trasformazioni subìte. Vengono presentate le figure professionali e volontarie atte ad assumere una presa in carico in questo ambito. Il cantone Ticino risulta sollecitato nell’ambito della protezione. “Diverse autorità giudicano insufficienti le risorse di personale a disposizione. Oggetto di preoccupazione è per gli interroganti però anche la questione relativa al numero di curatori presenti sul territorio cantonale che, purtroppo, scarseggiano” (Messaggio 7026, 2014, cit in Fonio & Rüchert, 2015). Questo comporta la necessità di avere un numero sempre crescenti di professionisti. Anche per questa ragione quindi è necessario comprendere le cause di questo incremento e capire cosa è stato messo in atto per favorire una continua presa in carico efficace. Questo lavoro quindi vuole essere di supporto nella conoscenza dell’evoluzione delle autorità di protezione del Canton Ticino. Nello specifico, descrive la trasformazione della composizione e le caratteristiche dei principali attori coinvolti nello stabilire la necessità di istituzione di misure di curatela per adulti. In particolare, viene dato spazio alla conoscenza di una nuova figura professionale introdotta nel nostro Cantone, il curatore comunale, volto al miglioramento e al supporto dei servizi sociali e delle autorità regionali di protezione. Le informazioni sono state raccolte attraverso l’analisi delle varie versioni delle leggi che trattano le curatele e le tutele nel corso degli ultimi due secoli per comprendere la posizione delle autorità preposte alla valutazione della necessità di una misura. È stata fatta una ricerca per comprendere le tipologie di curatori presenti nel nostro territorio. In questo senso, essendo Chiasso (assieme a Mendrisio) fautore del progetto d’introduzione di una nuova figura professionale con il ruolo di curatore, è stato intervistato il caposervizio dei servizi sociali comunali e la curatrice comunale di Chiasso per comprendere quale fosse stata la necessità di introdurre questa figura e capire quale ruolo e differenza ci fosse con i curatori volontari, professionisti e ufficiali. Per questi ultimi è stato di supporto lo scambio con Francesco Massei, capo équipe del settore tutele e curatele dell’ufficio dell’aiuto e della protezione di Paradiso il quale, grazie alla sua esperienza, ha potuto descrivere le peculiarità del lavoro svolto dal curatore che opera in questo ufficio a titolo ufficiale rispetto ad un curatore comunale. Grazie alla ricerca, è emerso come a livello ticinese vi sia sempre di più la necessità di reperire figure idonee all’assunzione di mandati di curatela che necessitano di competenze in ambito sociale e relazionale. La ricerca svolta ha portato alla luce il supporto che il curatore comunale di Chiasso ha portato alle istituzioni sociali della regione.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Corso: UNSPECIFIED
Additional Information: Opzione: Assistente sociale
Uncontrolled Keywords: Curatori comunali, Curatori professionisti, Curatori volontari, ARP, Professionalizzazione
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2886

Actions (login required)

View Item View Item