Sto dentro ma anche fuori : le difficoltà degli adolescenti in foyer e gli approcci educativi utilizzati dinanzi a questo fenomeno

Bullo, Linda (2019) Sto dentro ma anche fuori : le difficoltà degli adolescenti in foyer e gli approcci educativi utilizzati dinanzi a questo fenomeno. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Linda_Bullo_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Nel presente lavoro di tesi viene portata alla luce la tematica di alcuni giovani collocati in centri educativi per minori che manifestano difficoltà a stare nei parametri richiesti dalla struttura. In special modo riguarda i giovani che non presenziano alla vita in foyer, ovvero questi centri educativi, e passano le loro giornate al di fuori di questo contesto. In un primo momento la ricerca vuole approfondire le motivazioni per cui i giovani sono assenti dalla quotidianità presente nei foyer e in un secondo tempo quali approcci educativi vengono applicati da parte degli educatori di fronte a questo fenomeno. Le principali cause che portano i ragazzi a non presenziare in foyer riguardano: la vita comunitaria e la condivisione degli spazi con gli altri giovani, il confronto regolare con gli operatori sociali che lavorano in questi contesti, il rispetto delle regole di buona convivenza e l’accettazione del collocamento. Alcuni giovani, di fronte a queste condizioni, non riescono a trovare il loro benessere e di conseguenza fuggono dalla realtà del foyer. Per fuggire si intende per esempio dormire al di fuori della struttura educativa, in famiglia, da amici o altre sistemazioni. Si tratta di una tematica sempre più frequente all’interno dei centri educativi per minori. Tanto che il funzionamento lavorativo applicato dagli educatori sociali ha subito necessariamente delle modifiche. La presa a carico dei giovani in questione è cambiata e attualmente non rispecchia più il vecchio modello che veniva utilizzato solitamente dalla maggior parte delle grandi istituzioni per minori. Il vecchio modello prevedeva regole rigide e sanzioni, dove l’adulto era l’esperto e il giovane subiva passivamente le sue scelte. Ora invece gli educatori hanno abbandonato questa idea pedagogica, intraprendendo degli approcci educativi più vicini ai bisogni dei giovani. Le principali teorie applicate dagli operatori dei foyer in questione, sono: la pedagogia non punitiva e non espulsiva in cui l’educatore garantisce al giovane la continuità relazionale indipendentemente dai suoi comportamenti, l’ascolto attivo e l’intelligenza emotiva utilizzate per valorizzare i singoli bisogni di ciascun ragazzo, la comunicazione efficace in cui il giovane viene responsabilizzato e l’accoglienza incondizionata. Tutti questi approcci hanno l’obiettivo di sostenere il giovane e di accompagnarlo in un percorso che possa dargli benessere e stabilità. È tramite approcci flessibili come questi, che gli operatori valorizzano i desideri dei ragazzi e rispondono alle loro difficoltà. Nella seguente ricerca vengono stilati i percorsi educativi intrapresi dalle équipe per rispondere alla fatica dei giovani a stare in foyer. Le soluzioni intraprese hanno evidenziato la coerenza con gli approcci teorici di riferimento e i giovani sono stati accompagnati in altri percorsi abitativi diversi dal foyer. Pur essendoci un cambio di progetto di vita, gli educatori hanno garantito la presenza costante e il loro supporto. Questo significa che di fronte a situazioni di difficoltà, sono riusciti a trovare delle alternative e portare avanti il progetto di vita con il giovane senza dover interrompere la relazione costruita fino a quel punto.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore Sociale
Uncontrolled Keywords: adolescenti, presa a carico, flessibilità, nuovo modello educativo, approccio educativo, educatori, pedagogia non punitiva, continuità relazionale, foyer, centri educativi per minori, CEM, fondazione Amilcare, difficoltà, alternative abitative, collocamento
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2849

Actions (login required)

View Item View Item