I sintomi psico-comportamentali della persona con demenza: analisi preliminare della percezione dei caregiver curanti e ipotesi di implementazioni future in ergoterapia

Cometta, Laura and Raveane, Michelle (2019) I sintomi psico-comportamentali della persona con demenza: analisi preliminare della percezione dei caregiver curanti e ipotesi di implementazioni future in ergoterapia. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Raveane Michelle e Cometta Laura.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (2MB)

Abstract

Background L’assistenza alla Persona con Demenza (PD) è un impegno a lungo termine per la persona che si occupa della sua presa a carico. Il CareGiver (CG) è portato ad uno sforzo significativo in termini fisici, emotivi ed economici, che possono avere importanti conseguenze sulla qualità di vita sia del CG che della PD. L’intervento ergoterapico, attraverso l’uso mirato di attività significative, può rivolgersi al contempo alla PD e al CG e contribuire a migliorare la qualità di vita di entrambi. Obiettivo Comprendere la situazione vissuta dai CG ticinesi nell’assistenza al domicilio di un famigliare con demenza e la percezione di utilità del manuale indirizzato ai CG del metodo ergoterapico Tailored Activity Program (TAP) attraverso un confronto tra le necessità dei CG, i servizi di supporto presenti sul territorio e il ruolo dell’ergoterapista. Metodologia Un disegno di ricerca qualitativo è stato utilizzato per l’analisi dei dati ottenuti dalle interviste semi-strutturate a sette CG di PD al domicilio. Le interviste hanno indagato tre temi principali: la situazione al domicilio, la percezione da parte del CG della situazione, i bisogni del CG e i supporti a disposizione sul territorio. Risultati Dalla ricerca è emerso come la PD al domicilio e il suo CG possono trarre beneficio dal metodo TAP che si rivolge al binomio PD-CG con l’obiettivo di rispondere ai bisogni di entrambi. La gestione dei disturbi psico-comportamentali della PD costituisce spesso un grande problema per il CG e le strategie adottate si avvicinano sorprendentemente a quelle proposte dal metodo TAP. La pratica quotidiana dei CG dimostra quanto un approccio fatto su misura sulle abilità della PD contribuisca a ridurre i disturbi del comportamento della PD e il burden assistenziale del CG. Conclusioni L’intervento al domicilio è la soluzione ottimale per il trattamento della PD: l’ambiente ecologico contribuisce al mantenimento delle capacità preservate della PD. La richiesta di supporto dei famigliari di PD è grande: l’intervento personalizzato per PD e CG deve diventare l’approccio standard. Questa ricerca può contribuire all’introduzione del metodo TAP in Ticino. Il tema è di grande attualità e di importanza sia per le famiglie delle PD che per il sistema sanitario nazionale. Keywords dementia, caregiving, CG burden, behavioral symptoms, neuropsychiatric symptoms, BPSD, home care, occupational therapy, activities of daily living, quality of life, tailored activity program.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2796

Actions (login required)

View Item View Item