L’infermiere domiciliare, promotore della salute, nella presa a carico del paziente con lesione al midollo spinale

Frankiewicz, Magdalena (2019) L’infermiere domiciliare, promotore della salute, nella presa a carico del paziente con lesione al midollo spinale. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Frankiewicz Magdalena.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (857kB)

Abstract

Background: La lesione midollare traumatica è una delle cause più frequenti di disabilità e spesso colpisce le persone in giovane età. Tale lesione genera diversi problemi su livello biologico, più alto è il livello della lesione, più complessa sarà la situazione. Una volta che la persona mielolesa finisce la fase di riabilitazione in un istituto sanitario e torna al proprio domicilio, ha spesso necessità di ulteriore assistenza da parte dei familiari, degli assistenti di cura o degli infermieri domiciliari. Il ruolo di questi ultimi è polivalente, in quando devono fungere nel contempo da specialista in cura, da psicologo, da educatore, da promotore della salute ed a volte diventano la persona di fiducia. Obiettivo: Con questo lavoro di tesi si cerca di capire quanto l'infermiere domiciliare, attraverso il gesto di cura quotidiano, riesce ad influire positivamente sul benessere del paziente mieloleso. Contemporaneamente, viene indagata la percezione degli infermieri del proprio ruolo di curante e promotore della salute. Metodologia: Dopo la letteratura scientifica riguardante la patologia della lesione midollare e l’approfondimento dei problemi biologici, ho optato per una ricerca di tipo qualitativo. Le interviste semi-strutturate, sono state svolte sia con persone mielolese che con infermieri lavoranti a domicilio. Una parte dei colloqui è stata riservata a conoscere le persone intervistate (vissuti, esperienze, problemi). A seguire, si è cercato di capire il ruolo infermieristico nel processo di cura, della soddisfazione dei pazienti e delle possibili strategie di miglioramento. Risultati: Dalle interviste è emerso che gli infermieri domiciliari sono di grande supporto per le persone mielolese. I pazienti hanno sottolineato l'importanza sia della loro professionalità e delle loro competenze, sia del rapporto “umano”. Gli infermieri, invece, hanno fatto notare che prevenzione, osservazione e ascolto stanno alla base del successo, non solo per quanto riguarda la cura del paziente mieloleso, ma anche delle cure infermieristiche in generale. È stato, inoltre, rilevato che l’ambiente domiciliare nonché le caratteristiche personali positive delle persone mielolese, influiscono in modo fondamentale sul loro benessere. Conclusioni: Il ruolo dell’infermiere domiciliare come promotore della salute è basilare, ma nel contempo non facile da far comprendere. Tutto dipende dalla collaborazione con la persona interessata, dagli obiettivi insieme prestabiliti e dalla fiducia rivolta verso il personale specializzato. Portare il benessere promuovendo la salute, dipende inoltre notevolmente dalle caratteristiche personali del paziente. Per poter ottenere i migliori risultati, occorre comunque che il personale infermieristico si impegni costantemente e dedichi tutto il tempo necessario.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2775

Actions (login required)

View Item View Item