Il Burnout è un fenomeno in costante aumento nelle professioni sanitarie, con lo yoga possiamo affrontarlo?

Puca, Gennaro (2019) Il Burnout è un fenomeno in costante aumento nelle professioni sanitarie, con lo yoga possiamo affrontarlo? Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Puca Gennaro.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

La professione infermieristica è ad alto rischio di stress e burnout. Gli infermieri, infatti, sono impegnati a fornire servizi di supporto sanitario complessi, con accuratezza, a contatto con la malattia, la sofferenza e la morte, per lunghe ore, su turni, spesso senza ricevere sostegno psicologico, a ritmi serrati che impongono standard elevati di efficienza e produttività. I fattori stressanti sono sia di tipo fisico, che emotivo ed istituzionale, dunque anche gli interventi di prevenzione e sostegno dovrebbero intervenire parallelamente su questi fronti. Obiettivi L’obiettivo della tesi è di analizzare la letteratura recente sull’efficacia degli interventi di prevenzione e gestione del burnout degli infermieri basati sullo yoga. Si presuppone che l’integrazione tra un approccio person-focused e un approccio organization-focused possa massimizzare gli effetti benefici sulla salute degli infermieri. Finora, infatti, sono stati attuati programmi di prevenzione e intervento generici, che non considerano le fonti di stress specifiche della professione infermieristica e non sono di tipo body-mind, come lo yoga, una disciplina olistica che coinvolge corpo e mente, nata in ambito spirituale e meditativo, ma negli ultimi anni è stata sottoposta a validazioni scientifiche per renderla evidence-based. Motivazioni Le crescenti evidenze relative al disagio lavorativo vissuto dagli infermieri hanno portato i ricercatori a valutare quali nuove discipline e pratiche possano essere implementate in ambito ospedaliero, per ridurre il rischio di insorgenza del burnout e modulare lo stress lavoro-correlato e i rischi ad esso connessi. Infatti, il burnout si ripercuote non solo sulla salute mentale ed emotiva degli infermieri, ma anche sulla loro salute fisica, sulla soddisfazione di vita e sulla qualità ed efficienza del loro lavoro. Questo rende necessario non soltanto intervenire a livello socio-tecnico (riorganizzando turni, carichi di lavoro, assetto gerarchico), ma anche psicosociale (sul piano emotivo, cognitivo, sociale e fisiologico). Conclusioni Lo yoga rappresenta oggi un intervento evidence-based, che permette di gestire gli effetti fisiologi, emotivi e cognitive dello stress, se eseguito secondo protocolli scientifici, come l’Integrated Approach of Yoga Therapy, che non consiste soltanto in sessioni di meditazione e consapevolezza del corpo e del respiro, possono essere integrati con altre tecniche cognitive, emotive e comportamentali. Le ricerche hanno evidenziato benefici sul piano emotivo, con la riduzione di sintomi ansioso-depressivi; sul piano cognitivo, aumentando consapevolezza, attenzione e strategie di coping; sul piano fisiologico, per la riduzione della lombalgia cronica, di cui soffrono molti infermieri, a causa del costante sollevamento di carichi.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2748

Actions (login required)

View Item View Item