L’Orticoltura Terapeutica come attività per i pazienti affetti da schizofrenia

Colosio, Marianna (2019) L’Orticoltura Terapeutica come attività per i pazienti affetti da schizofrenia. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Colosio Marianna.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (401kB)

Abstract

Background La schizofrenia è una tra le più frequenti tipologie di disturbo psicotico, cronica invalidante è caratterizzata da profonde alterazioni del pensiero, dell’affettività, del comportamento sociale e una compromissione del giudizio di realtà. Ha un esordio solitamente precoce verso la fase adolescenziale o nella prima età adulta. Questa malattia può portare alla comparsa di notevoli conseguenze nella vita della persona, sia in concomitanza ai sintomi clinici sia per i problemi relativi alla sfera psicosociale, quindi al funzionamento e alle abilità di tipo sociale. Oltre ai trattamenti di tipo farmacologico e psicoterapeutico ci si può avvalere della riabilitazione, la quale può mettere in pratica tutto ciò che comprende la recovery. Ristabilire il funzionamento sociale e personale, nel quale la persona deve impegnarsi attivamente per recuperare le proprie potenzialità, accrescere i propri obiettivi e conquistare dei risultati che danno significato nella propria vita. L’orticoltura terapeutica è applicata oggi alle persone che hanno malattie mentali, essa promuove il benessere fisico e psicologico e il funzionamento sociale e potrebbe essere utilizzata in psicoterapia e nella riabilitazione. Scopo Lo scopo è quello di analizzare i vari risultati dei progetti di orticoltura terapeutica, approfondendo il tema e riconoscendone i benefici in relazione alla messa in pratica dell’attività terapeutica per i pazienti schizofrenici in base ai loro bisogni, limiti e disagi che conseguono la malattia. Metodologia La domanda di ricerca emersa è “L’orticoltura terapeutica attuata regolarmente dal paziente affetto da schizofrenia si dimostra efficace per l’aumento delle relazioni interpersonali, miglioramento delle competenze sociali, miglioramento del tono dell’umore, aumento della stima di sé?. Il metodo che verrà utilizzato per rispondere alla domanda di ricerca sarà una revisione di letteratura. Risultati e Conclusioni In totale sono stati analizzati cinque articoli scientifici, le cui evidenze supportano la domanda di ricerca. Dalle ricerche effettuate si evince che vi è differenza tra i progetti, tuttavia risulta emergere un tratto comune, ovvero quello degli effetti terapeutici prodotti sul paziente schizofrenico. Si può affermare che l’orticoltura terapeutica ha un potenziale, dando infatti l’opportunità, inoltre è in grado di sviluppare svariati benefici e miglioramenti nella psicopatologia. Si evince essere particolarmente efficace nella persona con schizofrenia per lo sviluppo e il miglioramento di competenze sociali, un miglioramento notevole del tono dell’umore, un miglioramento della stima di sé, Parole chiave Schizophrenia, stigma, social inclusion, social isolation, horticultural therapy, therapeutic horticulture, gardening, recovery, wellbeing

Item Type: Thesis (Bachelor)
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2737

Actions (login required)

View Item View Item