L’attività fisica inserita nel trattamento ergoterapico per l’apprendimento di abilità e regole sociali nei bambini con ADHD: una revisione della letteratura

Malacrida, Giulia (2019) L’attività fisica inserita nel trattamento ergoterapico per l’apprendimento di abilità e regole sociali nei bambini con ADHD: una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Malacrida Giulia.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (792kB)

Abstract

Background L’ADHD è il più frequente disturbo neuro-comportamentale nei bambini. Questi bambini non sono in grado di gestire gli stimoli presenti nella vita di tutti i giorni e regolare il loro comportamento in base alla situazione in cui si trovano. Le cause non sono ancora del tutto certe ma complicazioni durante la gravidanza, il contesto famigliare e gli stimoli ambientali possono favorire l’insorgere della problematica. Questi bambini hanno difficoltà soprattutto nell’attenzione selettiva e sostenuta, nella concentrazione, nell’organizzazione e il controllo dei processi cognitivi, nella pianificazione e nella risoluzione di problemi, hanno bassa autostima, comportamenti inadeguati con le altre persone, difficoltà a gestire le emozioni e scarsa motivazione. Obiettivo Lo scopo di questo lavoro di Bachelor è quello di ricercare nella letteratura scientifica studi che testimonino l’efficacia dell’utilizzo di attività fisica nel trattamento ergoterapico per migliorare gli aspetti motori e comportamentali (apprendimento regole e abilità sociali soprattutto nelle aree occupazionali di gioco, partecipazione sociale, tempo libero e scuola) del bambino. Metodologia Questo lavoro consiste in una revisione della letteratura. La ricerca degli articoli è avvenuta tramite le seguenti banche dati: PubMed, Medline, Taylor & Francis, Wiley, Elsevier, SAGE, EBSCO e Google Scholar. In totale sono stati trovati 60 articoli a cui sono stati applicati criteri d’inclusione e d’esclusione; la selezione ha portato all’utilizzo di sei articoli. Risultati L’analisi degli articoli ha messo in evidenzia l’efficacia del trattamento ergoterapico e dell’utilizzo di attività fisica per migliorare diversi aspetti deficitari causati dalla problematica dell’ADHD. In particolare vi è un miglioramento degli aspetti motori ( forza, agilità, acquisizione abilità motorie), comportamentali (diminuzione comportamenti impulsivi e aggressivi, rispetto delle regole, empatia, rispetto delle altre persone, collaborazione), emotivi (aumento della motivazione e della soddisfazione) e cognitivi ( maggior attenzione, ragionamentom funzioni esecutive, memoria di lavoro, minor tempo di risposta, problem solving, performance scolastiche migliorate soprattuto e livello matematico, di lettura e comprensione testi). Conclusioni L’attività fisica inserita nel trattamento ergoterapico risulta efficace nell’alleviamento dei sintomi dell’ADHD a livello motorio, comportamentale, emotivo e cognitivo. Sono però necessarie ulteriori ricerche che collegano il trattamento ergoterapico e l’attività fisica con la problematica specifica dell’ADHD

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Disturbo da deficit di attenzione (ADHD), bambini, attività fisica, iperattività
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Ergoterapia
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2586

Actions (login required)

View Item View Item