Malattia di Alzheimer e malnutrizione: strategie e interventi per la presa a carico infermieristica. Revisione della letteratura

Maggetti, Arianna (2019) Malattia di Alzheimer e malnutrizione: strategie e interventi per la presa a carico infermieristica. Revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Maggetti Arianna.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (5MB)

Abstract

Quadro teorico In Svizzera, come nel resto del mondo, l’invecchiamento della popolazione porterà a un aumento sempre maggiore di persone affette da malattie croniche, tra cui la demenza. Fra le varie forme di questa patologia, la malattia di Alzheimer è quella più frequente. Per le persone affette da demenza vi sono vari fattori correlati alla malattia e all’età che favoriscono l’insorgenza di problematiche nell’alimentazione; quest’ultime possono essere presenti fin dall’inizio della malattia, ma sono proporzionali alla sua progressione. I disturbi dell’alimentazione portano le persone con demenza ad avere una riduzione dell’apporto nutrizionale, con conseguente perdita di peso. La malnutrizione è una condizione che interessa la persona nella sua totalità; infatti, essa influisce sulle funzionalità di tutti gli organi e di tutti gli apparati dell’organismo che, a loro volta, condizionano la qualità di vita, rendendo essenziali il riconoscimento e l’attuazione di interventi nutrizionali precoci. Metodologia Gli obiettivi specifici del Lavoro di Tesi sono i seguenti: conoscere i principali strumenti utilizzati nella valutazione dello stato nutrizionale; evidenziare la correlazione fra la malattia di Alzheimer e la malnutrizione; identificare strategie e interventi da offrire a persone affette da Alzheimer, valutate a rischio di malnutrizione o malnutrite, per migliorare e mantenere il loro stato nutrizionale; riflettere sui ruoli infermieristici nel riconoscimento della malnutrizione e nell’assistenza nutrizionale. Il metodo utilizzato per raggiungere gli obiettivi sopracitati e per rispondere alla domanda di ricerca è la revisione della letteratura. È stata svolta una ricerca all’interno di 3 banche dati (CINAHL (EBSCO), Cochrane Library, PubMed) tramite l’utilizzo di parole chiave combinate tra loro dagli operatori booleani (AND e OR). Risultati Effettuate le ricerche nelle banche dati, si è svolta una prima selezione a partire dai titoli e dagli abstracts, cui è seguita una lettura critica dei full texts che ha permesso di selezionare gli articoli definitivamente usati nella revisione della letteratura. Essi sono in totale 9: una revisione sistematica con meta-analisi; due revisioni sistematiche; una revisione della letteratura; uno scoping review; un trial randomizzato controllato; due studi il cui disegno di ricerca non è stato specificato; una linea guida. Nonostante l’eterogeneità di questi articoli, che rende la valutazione e la sintesi dei risultati complessa, è stato possibile identificare 6 temi comuni: interventi a componenti multipli e cura individualizzata; monitoraggio dello stato nutrizionale; modifiche nella dieta; assistenza al pasto; ambiente e socialità; educazione. Conclusioni In conclusione, non è stato possibile poter identificare quale sia la strategia o l’intervento ottimale da offrire alle persone affette dalla malattia di Alzheimer, valutate a rischio di malnutrizione o malnutrite. Pertanto, è emerso che la cura centrata sulla persona è un aspetto fondamentale per la presa a carico nutrizionale.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Malattia di Alzheimer, demenza, malnutrizione
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2529

Actions (login required)

View Item View Item