Visite domiciliari proposte in puerperio per sostenere la relazione mamma-bambino: sono efficaci nel prevenire l’insorgenza della depressione post partum? Una revisione della letteratura

Giamboni, Sara (2019) Visite domiciliari proposte in puerperio per sostenere la relazione mamma-bambino: sono efficaci nel prevenire l’insorgenza della depressione post partum? Una revisione della letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Giamboni Sara.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (859kB)

Abstract

Background La depressione post parto è considerata un problema di salute pubblica molto rilevante, tenendo conto della sofferenza che tale disturbo provoca alla donna, al partner e all’intero nucleo famigliare così come le limitazioni riguardanti il funzionamento personale, lavorativo e sociale. I programmi di home visiting sono uno strumento prevalentemente di prevenzione ed hanno lo scopo di fornire precocemente un sostegno alla relazione genitore-bambino in modo da promuovere delle traiettorie evolutive funzionali al corretto sviluppo del bambino ed al benessere di mamma e bambino, della coppia genitoriale e dell’intero nucleo famigliare. Scopo del lavoro Lo scopo ultimo di questo lavoro di tesi è capire se i programmi di home visiting proposti in puerperio per sostenere precocemente la relazione mamma-bambino, sono uno strumento efficace nel prevenire l’insorgenza della depressione post partum. Metodo di ricerca Per redigere questo lavoro di tesi è stato scelto di svolgere una revisione della letteratura, in quanto trattasi di programmi che vengono effettuati in tutto il mondo, quindi una ricerca sul territorio non avrebbe fornito dei risultati che rispecchiano la realtà globale del fenomeno e che rispondessero esaustivamente alla domanda di ricerca. Gli articoli presi in analisi sono stati ricercati in varie banche dati scientifiche quali ‘’Wiley Online Library’’, ‘’Springer Link’’, ‘’Elsevier’’, ‘’PubMed’’ ed il motore di ricerca ‘’Google Scholar’’. Sono stati presi in considerazione articoli in lingua italiana e inglese. Nella revisione sono stati inclusi in totale 6 articoli, che trattano di programmi di home visiting svolti in puerperio con lo scopo di sostenere precocemente la relazione mamma-bambino e di valutare gli effetti sulla salute neonatale e materna. Risultati ottenuti In totale sono stati consultati 77 articoli dei quali di 13 unicamente l’abstract mentre dei restanti 64 sono stati recuperati i full text. Dopo un’accurata analisi è stato notato che molti dei full text non corrispondevano totalmente alla domanda di ricerca, ne sono quindi stati letti in maniera critica 15 ed infine considerati unicamente 6 per questa revisione della letteratura, in quanto più validi e pertinenti al quesito di ricerca. Conclusioni Dalla letteratura analizzata emerge che i programmi di home visiting svolti in puerperio risultano efficaci nella prevenzione dell’insorgenza della DPP e nel miglioramento della sintomatologia quando il disturbo è già presente. Sono inoltre in grado di incrementare la qualità delle interazioni mamma-bambino, aumentare le competenze genitoriali e migliorare la qualità di vita delle donne, anche se le differenze presentate dagli articoli selezionati non permettono di estendere e generalizzare tali conclusioni

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Visite domiciliari, depressione post partum, puerperio
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2526

Actions (login required)

View Item View Item