La pratica della mindfulness : un valido aiuto per accrescere la “presenza” degli infermieri : revisione di letteratura

Davitti, Veronica (2018) La pratica della mindfulness : un valido aiuto per accrescere la “presenza” degli infermieri : revisione di letteratura. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Davitti Tesi Bachelor Mindfulness.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (939kB)

Abstract

Background La mindfulness è un modo di essere che trae le sue origini dalla tradizione buddista. La mindfulness guida, attraverso la meditazione, verso la consapevolezza, per riappropriarsi del corpo, della mente e delle esperienze. Attraverso lo sviluppo della self compassion, la mindfulness aiuta chi la pratica ad essere presente nel qui e ora, senza essere assoggettati da pensieri e azioni fuorvianti, “presente” nel momento. Gli infermieri impiegati al letto del paziente sono soggetti a forti stress fisici ed emotivi che influenzano negativamente la relazione con il paziente, la salute e la soddisfazione, professionale e personale, dell’operatore stesso. Scopo Lo scopo del lavoro è quello di capire come la mindfulness possa essere d’aiuto ai curanti ad essere maggiormente “presenti” con i propri pazienti, a trovare strategie in grado di gestire meglio lo stress generato dal carico di lavoro e come questa pratica possa essere un valido supporto alla filosofia adottata dall’Ente Ospedaliero Cantonale. Metodologia Attraverso una revisione della letteratura si è cercato di trovare risposta al quesito di ricerca. La ricerca è avvenuta tramite le banche dati Pubmed e CINHAL dando origine a 6 studi utili all’analisi e a 2 articoli fondamentali per approfondire il concetto di “presenza”. Risultati I risultati emersi indicano che lo sviluppo della consapevolezza generi un maggior controllo sullo stress con i relativi benefici, sull’aumento della concentrazione e sul controllo dei pensieri automatici. La capacità di gestire le emozioni, sia positive che negative, attraverso la meditazione, permette una maggior consapevolezza e “presenza” migliorando la comunicazione col paziente. Un ulteriore risultato emerso è il riconoscimento dell’importanza del prendersi cura di sé, sviluppato attraverso la coltivazione della self compassion, alla base della mindfulness. Conclusioni La mindfulness genera la capacità di essere compassionevolmente “presenti” con i pazienti, attraverso la creazione di uno spazio sicuro e la consapevolezza del vivere il momento presente come unico. Attraverso la self compassion, la pratica della mindfulness genera benefici sia per i curanti che per i pazienti stessi, rendersi consapevolmente partecipi del prendersi cura di sé per poter curare gli altri.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Mindfulness, gestione dello stress
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2509

Actions (login required)

View Item View Item