Donare un valore aggiunto alla cura attraverso la medicina narrativa. In che modo integrare le narrazioni nella pratica infermieristica.

Hussein, Sana (2018) Donare un valore aggiunto alla cura attraverso la medicina narrativa. In che modo integrare le narrazioni nella pratica infermieristica. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Hussein Sana.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (860kB)

Abstract

Il seguente lavoro di tesi ha come cornice la medicina narrativa in cui la domanda principale è: in che modo integrare le narrazioni nella pratica infermieristica. L’obiettivo è quello di capire come un infermiere (per coerenza questo termine viene usato al maschile per praticità d’opera, ma comprende anche le infermiere) può prestare assistenza al paziente (idem) tenendo conto che sia il suo paziente che lui/lei stesso/a hanno una storia. Oltre ad una storia (che comprende il passato, il presente, ma anche il futuro) ognuno di noi ha dei pensieri, valori, credenze, emozioni. La medicina narrativa può aiutarci a riconoscere tutto questo attraverso la riflessione, in quanto è fondamentale che chi si prende cura degli altri, e fa di questa sua passione un mestiere, deve continuamente interrogarsi su queste dinamiche. La professione infermieristica, come tutte le professioni di cura, è innanzitutto basata sulla propria umanità e quest’ultima non può essere tolta o messa in disparte per lasciare spazio solamente alla tecnica in quanto togliendo la soggettività di ognuno si andrebbe ad impoverire la cura. Come si vedrà infatti, oggi ormai è dimostrato che l’essere umano non si può separare dal contesto in cui vive e ha vissuto e che la malattia non è solamente un fatto biologico, ma comprende dimensioni molto più vaste e profonde. Nella prima parte di questo lavoro verrà spiegato che cos’è la medicina narrativa, quali sono i vari paradigmi in cui si muove la medicina e cosa significa co-costruire una storia di malattia con il paziente. Il quadro teorico esposto nella prima parte del lavoro, è impostato in modo da far capire su quale sfondo è situato questo lavoro e avere quindi una conoscenza generale dell’ambito in cui si posiziona la domanda d’indagine. Per rispondere a questa domanda che in pratica è molto vasta, sono state elaborate delle altre sotto-domande a cui si è cercato di rispondere attraverso delle interviste a persone a contatto con lo stile narrativo, non per forza esperte di medicina narrativa, ed anche tramite la partecipazione a dei laboratori in cui era valorizzata l’espressività del paziente, ma anche del curante. In letteratura si è cercato delle risposte a queste domande con articoli e scritti elaborati da persone facenti parte della formazione nell’ambito delle medical humanities e della medicina narrativa. Infine la discussione è finalizzata a capire, attraverso tutto il materiale raccolto, in che modo un infermiere può integrare nella sua pratica assistenziale la narratività, sua e delle persone di cui, si prende cura.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Medicina narrativa, medical humanities
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2480

Actions (login required)

View Item View Item