Nucleo per artisti al Murnerei (Gole della Breggia): 5 atelier

Breuer, Philipp (2018) Nucleo per artisti al Murnerei (Gole della Breggia): 5 atelier. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text (Tavole)
Breuer Philipp Tesi Estiva 06-07.09.2018.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (26MB) | Request a copy

Abstract

Passeggiando nelle gole, accogliendo impressioni e sentimenti. Alla ricerca dei impatti forti del luogo della progettazione. Vedendo cartelli informativi sulla geologia del luogo e ricordandosi il poco di quello che rimane in mente delle storie che si hanno sentiti e letti durante le prime ricerche. Tastando le diverse superfici delle pietre e vedendone i loro colori, sempre tenendo in mente di correlarli al possibile progetto. Si ha la possibilità di accedere il luogo lungo il fiume lento e calmo o attraverso una buissima galleria stradale che però ti premia alla fine con la vista sulla micro valle del futuro nucleo dei artisti. Quando quasi non accorgendone, hai lasciato alle spalle una parte di pietra di ardesie. Le diverse stratigrafie che sembrano formare un’onda grande che sta per cascare nel fiume che lascia un’impressione fortissima. In quel momento si decise di volere inglobare questa impressione nel progetto. Un’onda che quasi ti intimidisce e sembra che sita per scivolatati addosso ma che rime statica e imponente. I colori sabbiosi e grigi chiari che in sé non sono forti mal nel insieme del muro imponente formano una loro bellezza. Questo sentimento di avvolgimento che provi a riprodurre nei cortili che trovi fra le 5 case già esistenti. Questi due cortili di carattere e dimensioni diverse. A loro volta lasciano, una un’impressione di aperto e accogliente e l’altra, che ha le caratteristiche più intime per le sue dimensioni ridotte. Vincoli e angoli che appellano alla curiosità naturale dell’uomo. Incentivando la voglia di curiosare cosa si trova dietro questa e la prossima parete che con gli anni sembrano essere riparati da persone sempre diverse. Questo tocco di manufatto umano nel bosco se si prende rimpossesso della pietra. Le piccole rovine che magari culturalmente valgono poco, raccontano comunque una loro parte della storia del luogo. Rovine che ispirano di ricordare il passato del luogo, che raccontano una piccola storia romantica di un passato. Cortili di diverse caratteristiche e dimensioni che invitano o di passeggiarci o di sostare sempre rimanendo incuriosito dal prossimo angolo. Una parete che in sé fatto di piccole parti di poco significato che nel insieme grande pero formano un’emozione. Accompagnato dal sole che si frantuma nel fogliame del bosco e degli alberi, che sembra di cadere solo verticalmente provi emozioni che rimango impressi. Emozioni di luce, spazi e pareti; verticali, alti e imponenti.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Marazzi, Massimo and Cattaneo, Massimo and Guscetti, Giorgio
Subjects: Costruzioni
Divisions: Dipartimento ambiente costruzioni e design > Architettura
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2440

Actions (login required)

View Item View Item