Nucleo per artisti al Murnerei (Gole della Breggia): la corte delle arti

Kottathu, Christian (2018) Nucleo per artisti al Murnerei (Gole della Breggia): la corte delle arti. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text (Tavola 1)
TAVOLA 1.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 2)
TAVOLA 2.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (114MB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 3)
TAVOLA 3.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (41MB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 4)
TAVOLA 4.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (658kB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 5)
TAVOLA 5.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (438kB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 6)
TAVOLA 6.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (630kB) | Request a copy
[img] Text (Tavola 7)
TAVOLA 7.pdf
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (3MB) | Request a copy

Abstract

10 minuti in macchina separano l’autostrada dal luogo che ha occupato tre mesi delle nostre menti. È necessario attraversare strade in duro e sterrate e superare il ponte che sovrasta il fiume che divide le Gole della Breggia. Sollo allora si raggiunge questo piccolo universo in mezzo alla natura. Ed è in queste luogo che ha adito un progetto dedicato alle arti. Il sedimento su cui si vogliono porre la fondazione è al margine del fiume e del bosco. È un terreno stretto e lungo condiviso con una preesistenza che racconta i modi dell’architettura della tradizione ed è da questa entità che ha origine il progetto. Come una frase interrotta l’edificio va a legarsi all’ultimo fabbricato del piccolo nucleo. Questo nuovo edificio raggiunge un’altezza di poco superiore a quella dell’edificio più alto delle preesistenze. Un modo per darli importanza e per renderlo la chiesa di questo luogo. Un luogo profano dove vengono esposte le opere artistiche prodotte dalla mano dell’uomo. Si tratta di un complesso che si affaccia sul grande spiazzo che funge da fulcro per il nucleo. La porta centrale della chiesa porta agli spazi espositivi che si sviluppano su due piani e sfruttano il loro carattere luminoso e arioso. Sempre sullo stesso spiazzo si affaccia il bar che diventa il catalizzatore della vita sociale in questo piccola piazza pubblica. Questo spazio di ristoro si trova come sparti acque tra il pubblico e il privato. Come una fortezza l’edificio si piega per creare un’oasi di pace che si rivolge solo alla natura. Ed è in questo luogo che cinque artisti possono sfuggire dalla frenesia della società e incontrarsi con i ritmi della natura. A circondare la corte si trova il ballatoio che funge da circolazione e da luogo di incontro. Gli Atelier al piano terra sono spaziosi, privi da ingombri, ben illuminati e isolati dall’esterno. Al di là dello spesso muri che danno verso l’esterno i curiosi si trovano difronte a una muraglia introversa che custodisce protegge gli abitanti di questa comunità di artisti. Gli appartamenti si trovano al piano superiore essi sono dotati di tutto ciò che serve per potersi estraniare dalla quotidianità di questa congregazione. Ciò che non si trova all’interno della stanza è da trovarsi all’interno del resto complesso in forma condivisa. In questa categoria rientrano la cucina, il salotto la lavanderia e altri spazi tecnici.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Supervisors: Marazzi, Massimo and Cattaneo, Massimo and Guscetti, Giorgio
Subjects: Costruzioni
Divisions: Dipartimento ambiente costruzioni e design > Architettura
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2429

Actions (login required)

View Item View Item