L’efficacia dell’utilizzo della stimolazione ritmica uditiva (RAS) come intervento infermieristico nella prevenzione del rischio caduta nel paziente parkinsoniano anziano: una revisione della letteratura dal 1996 ad oggi

Albertoni, Camilla (2018) L’efficacia dell’utilizzo della stimolazione ritmica uditiva (RAS) come intervento infermieristico nella prevenzione del rischio caduta nel paziente parkinsoniano anziano: una revisione della letteratura dal 1996 ad oggi. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

[img] Text
Albertoni Camilla.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

Alle nostre latitudini l’aspettativa di vita sta crescendo in modo esponenziale. Con l’aumento della vita media, le malattie croniche come il Parkinson sono maggiormente presenti, così come gli effetti secondari spiacevoli che la patologia provoca. Oltre al decorso della malattia stessa, le cadute rappresentano un importante fattore potenzialmente fatale. Con il progredire della malattia gli effetti positivi dati dalla terapia farmacologica vanno a calare drasticamente. È qui che sorge il bisogno di ricercare una tecnica non invasiva e facile da riprodurre che permetta al paziente di migliorare la propria qualità di vita e contrastare quei sintomi più debilitanti e nocivi che il Parkinson causa. La stimolazione ritmica uditiva (RAS) è risultata estremamente utile per osteggiare le pericolose cadute alle quali i pazienti sono soggetti. In questo modo è possibile diminuire il loro grado di disabilità, riducendo l’istituzionalizzazione e il rischio di mortalità. Obiettivi Lo scopo di ricerca è quello di rispondere alla seguente domanda: “Una stimolazione ritmica uditiva (RAS), nel processo di assistenza infermieristica, può prevenire il rischio caduta nel paziente parkinsoniano anziano?”. Gli obiettivi del lavoro sono quelli di verificare l’efficacia dell’utilizzo di uno stimolo ritmico uditivo per prevenire le cadute in un paziente affetto da Parkinson in uno stadio avanzato, valutare l’efficacia di una tecnica non invasiva per migliorarne la qualità e identificare le possibili tipologie di stimoli uditivi utilizzabili e il loro effetto sul paziente. Metodo È stata effettuata una revisione sistematica della letteratura utilizzando le banche dati PubMed e Cochrane Library, in quanto ritenute più adatte all’ambito di ricerca scelto. Lo scopo è stato quello di ricercare e analizzare articoli full text scritti in lingua inglese che rispettassero il tipo di ricerca scelto, i criteri di inclusione ed esclusione. Al termine dell’analisi sono stati utilizzati 6 studi inclusi nella ricerca. Risultati I risultati ottenuti suggeriscono un miglioramento generale della funzione motoria nella persona. Tre studi hanno evidenziato una differenza di benefici nell’utilizzo del RAS nella prevenzione cadute: il primo ha dimostrato più predisposizione per coloro con una flessibilità cognitiva più scarsa e con un minimo allenamento musicale; gli altri si sono soffermati su chi presentava uno stadio minore di gravità della malattia. I restanti hanno dimostrato che gli effetti del RAS si sono mantenuti anche in assenza di uno stimolo esterno. Un ultimo studio ha verificato che la velocità di andatura e la falcata sono migliorate notevolmente dopo l’allenamento e così sono rimaste anche dopo 1 mese. Conclusioni Sebbene sia difficile riuscire a verificare l’attuabilità della tecnica a causa dei pochi risultati ottenuti, le basi sulle quali intensificare la ricerca non mancano. Il RAS può migliorare l’andatura, l’equilibrio, l’ampiezza e la velocità della falcata, nonché bloccare quegli inopportuni momenti di congelamento della marcia, tutti aspetti significativi per il benessere del paziente.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Stimolazine ritmica uditiva (RAS), cadute, parkinson, anziani
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2379

Actions (login required)

View Item View Item