Screening del tumore colorettale: analisi di alcuni dati territoriali e ruolo infermieristico nella prevenzione

Völker, Sabrina (2018) Screening del tumore colorettale: analisi di alcuni dati territoriali e ruolo infermieristico nella prevenzione. Bachelor thesis, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana.

[img] Text
Völker Sabrina.pdf - Accepted Version
Restricted to Repository staff only
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (671kB) | Request a copy

Abstract

Backround Il tumore colorettale rappresenta la seconda neoplasia più comune nel mondo, e la maggiore incidenza si ha tra i 60 e i 70 anni. Esso si sviluppa principalmente a partire da un polipo, e il suo tempo di cancerizzazione è di circa 15-20 anni. I segni e sintomi sono subdoli, in quanto l’espressione della malattia avviene nella maggior parte dei casi quando il tumore è già presente. Grazie alle sue caratteristiche, i test di screening per la prevenzione di questo tumore sono raccomandati. Le linee guida internazionali includono esami quali colonscopia e FIT, per questo motivo l’Ente Ospedaliero Cantonale ha sviluppato un programma di screening del tumore colorettale, che invita una determinata popolazione a sottoporsi ad uno dei due esami. In ambito della prevenzione, l’infermiere svolge un ruolo fondamentale nella sensibilizzazione dei pazienti ad uno stile di vita più sano e verso le metodiche di screening. Obiettivi Questo lavoro intende analizzare alcuni dati raccolti in merito alla popolazione che si è sottoposta alla colonscopia nell’ambito del progetto di screening promosso dall’EOC nel periodo di tempo compreso tra marzo 2017 e gennaio 2018. Gli obiettivi sono quelli di individuare le caratteristiche di questa popolazione, far emergere le correlazioni tra il BMI e gli esiti del test di screening ed infine identificare il ruolo infermieristico nell’ambito della prevenzione primaria e secondaria. Metodologia I dati clinici e generici dei pazienti analizzati nella parte applicativa sono stati raccolti in quattro sedi dell’EOC, codificati, sono state calcolate delle misure di tendenza centrale (media) per le variabili quantitative, e le frequenze per le variabili qualitative. I risultati sono stati confrontati con la letteratura e con le previsioni elaborate dall’EOC in ambito di elaborazione del programma. Una parte del lavoro è stata dedicata ad un’analisi della letteratura relativa al fattore di rischio dell’obesità, al ruolo protettivo dell’aspirina e al ruolo infermieristico nella prevenzione. Risultati e conclusioni La popolazione analizzata è di 129 individui, equamente suddivisa tra uomini e donne, un età media di 54 anni, senza particolari problemi di salute e nella maggior parte dei casi normopeso. Gli esiti delle colonscopie hanno rilevato 190 lesioni, tra cui 80 adenomi (42,1%) di cui il 40% con un basso grado di displasia. I dati riscontrati rispecchiano nella maggior parte dei casi le previsioni fatte in fase di progettazione del programma, e i dati relativi agli individui obesi in relazione agli esiti dell’esame confermano i dati trovati in letteratura. L’approfondimento rispetto al ruolo infermieristico nell’ambito della prevenzione evidenzia la sempre maggiore responsabilità del professionista nei confronti di questo tema.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Uncontrolled Keywords: Screening, tumore colorettale
Subjects: Sanità
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Cure infermieristiche
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2378

Actions (login required)

View Item View Item