Imparare a lavorare, imparare a vivere : analisi dei bisogni dei giovani nel passaggio dalle scuole speciali alla formazione di base biennale

Tonini, Serena (2018) Imparare a lavorare, imparare a vivere : analisi dei bisogni dei giovani nel passaggio dalle scuole speciali alla formazione di base biennale. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Tonini_Serena_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (869kB)

Abstract

Il tema del presente lavoro di tesi è legato all’esperienza professionale svolta presso il servizio di consulenza sociale di Pro Infirmis. Durante il semestre di pratica professionale, Pro Infirmis, in collaborazione con le scuole speciali, ha sviluppato delle riflessioni attorno al tema del passaggio dalle scuole speciali alla formazione di base biennale. Questo passaggio è caratterizzato da cambiamenti importanti che i giovani in questione si ritrovano a dover affrontare al fine di potersi integrare professionalmente e socialmente. Il presente lavoro di tesi cerca quindi di capire quali sono i bisogni dei giovani che affrontano questo passaggio e in che modo questi ultimi potrebbero essere soddisfatti. Nello specifico, è stata focalizzata l’attenzione sulla possibilità di soddisfare determinati bisogni attraverso degli interventi sul contesto. Nell’elaborazione del presente lavoro è stato assunto il processo di produzione dell’handicap (PPH) come modello teorico di riferimento. Secondo il PPH, infatti, la situazione di handicap è il risultato dell’interazione tra i fattori personali e quelli ambientali. Per poter rispondere agli interrogativi iniziali è parso opportuno utilizzare, quale strumento di ricerca, l’intervista semi-strutturata. Nello specifico le interviste sono state rivolte a diversi professionisti che sono o possono essere coinvolti in questo passaggio, ad alcuni giovani che hanno intrapreso la formazione di base biennale in seguito alla conclusione del percorso presso le scuole speciali ed al padre di uno di questi giovani. Le interviste rivolte alle varie figure professionali avevano lo scopo di capire quali bisogni e difficoltà vedono i professionisti nei giovani e come credono si potrebbe migliorare l’accompagnamento da parte dei servizi in questo passaggio. Le interviste ai giovani e al padre, invece, si sono concentrate principalmente sui loro vissuti rispetto al passaggio dalle scuole speciali alla formazione di base biennale andando a toccare i seguenti temi: le figure di riferimento, i loro bisogni, le loro difficoltà e l’accompagnamento da parte dei servizi. La parte centrale del presente lavoro è rappresentata dall’analisi delle informazioni emerse dalle interviste messe in relazione ai contenuti teorici trovati nei testi di autori diversi. Da queste riflessioni sono così emersi i bisogni dei giovani e, cercando di capire quali di questi sono già soddisfatti da determinate figure professionali o persone significative, si è potuto concludere che, in particolare in alcune situazioni in cui la famiglia non è sufficientemente presente i giovani necessitano di un accompagnamento educativo, al fine di non perdere, ma anche di sviluppare ulteriormente il livello di autonomia raggiunto sino a quel momento. Ampliando le riflessioni si è inoltre cercato di capire quale ruolo potrebbe avere l’operatore sociale in queste situazioni e quale contributo potrebbe offrire per aiutare i giovani in questo importante passaggio.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Assistente sociale
Uncontrolled Keywords: disabilità, handicap, adolescenza, scuole speciali, formazione di base biennale, inserimento socioprofessionale, integrazione, autonomia, bisogni, abilità, Processo di produzione dell’handicap (PPH), famiglia, rete sociale, figure di riferimento
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2333

Actions (login required)

View Item View Item