Il ritiro sociale come sintomo del malessere adolescenziale : fenomenologia del ritiro sociale ed analisi della presa a carico in Ticino

Scricciolo, Isabella (2018) Il ritiro sociale come sintomo del malessere adolescenziale : fenomenologia del ritiro sociale ed analisi della presa a carico in Ticino. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Scricciolo_Isabella_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (3MB)

Abstract

Il lavoro di tesi nasce dal mio interesse personale nei confronti del fenomeno socioculturale giapponese Hikikomori, ovvero adolescenti e giovani adulti che interrompono il loro percorso formativo e professionale ma anche le relazioni sociali con i pari per rinchiudersi in casa. Nel corso della mia formazione presso la SUPSI questo interesse è stato alimentato ancora di più dagli stimoli e spunti di riflessione forniti dai docenti ma soprattutto grazie agli strumenti ed alle conoscenze apprese nel corso di questi ultimi anni accademici. La mia tesi tratta quindi la tematica del ritiro sociale in adolescenza nella realtà ticinese, un fenomeno marginale ma relativamente complesso e caratterizzato da molteplici fattori che potrebbero portare un adolescente a ritirarsi dai percorsi di crescita normalmente proposti dalla nostra società. Il ritiro sociale rappresenta una delle possibili forme dell’espressione del malessere dei giovani nei confronti dei compiti evolutivi dell’adolescenza e le sue implicazioni sociali. L’obiettivo della mia tesi è quindi quello di comprendere alcuni dei possibili elementi che possono portare ad un percorso di ritiro sociale. Gli adolescenti che possono essere soggetti ad una forma di ritiro sociale potrebbero essere dei giovani che presentano già difficoltà pregresse personali che influenzano il modo di relazionarsi con il gruppo di pari. Nel corso della loro formazione scolastica/professionale, quindi durante le scuole medie o in seguito, queste difficoltà potrebbero accentuare maggiormente anche altre difficoltà presenti all’interno dell’ambiente scolastico e portare quindi i ragazzi ad assenze sempre più prolungate nel tempo. In alcuni casi l’intervento da parte della scuola, in collaborazione con la famiglia ed altri enti e servizi presenti sul territorio, può permettere un rientro a scuola dell’adolescente attraverso dellemisure di sostegno. In altre situazioni però le assenze potrebbero portare ad un abbandono scolastico/professionale ed un conseguente ritiro sociale, la sua durata nel tempo potrebbe variare dalle risorse personali del ragazzo e della sua famiglia ma anche dalla sua volontà e capacità di rientrare in società. Alcuni adolescenti potrebbero quindi restare chiusi in casa anche per diversi anni, in talune situazioni però la famiglia, o anche i ragazzi stessi, decidono di fare una richiesta di aiuto mentre altri preferiscono restare cristallizzati nella loro condizione. Ho voluto quindi comprendere come i diversi enti e servizi hanno avuto modo di lavorare con questi adolescenti e le loro famiglie, affrontando percorsi educativi e terapeutici con l’obiettivo di riattivare i giovani all’interno del loro percorso di vita. Per poter analizzare i diversi interventi ho individuato una possibile rete di operatori coinvolti nella problematica, ovvero la scuola media (educatore e docenti di sostegno), l’educatore del servizio accompagnamento educativo, gli psicoeducatori del servizio medico psicologico, l’assistente sociale dell’ufficio dell’aiuto e della protezione ed il direttore della comunità socioterapeutica di ARCO. Attraverso delle interviste aperte ma semistrutturate ho cercato di comprendere la visione degli adolescenti in ritiro sociale e la tipologia di presa a carico che viene attualmente svola in Ticino.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale
Uncontrolled Keywords: adolescenza, ritiro sociale, giovani, Hikikomori, malessere adolescenziale
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2329

Actions (login required)

View Item View Item