La stimolazione esperienziale : accompagnamento educativo alla scoperta di sé e del mondo : indagine qualitativa sul lavoro all'interno dei Centri Psico-Educativi

Miletic, Ivana (2018) La stimolazione esperienziale : accompagnamento educativo alla scoperta di sé e del mondo : indagine qualitativa sul lavoro all'interno dei Centri Psico-Educativi. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img] Text
Miletic_Ivana_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB)

Abstract

L’interesse per il tema della stimolazione esperienziale nasce durante la pratica professionale svolta al Centro Psico-Educativo di Lugano (CPE), e più precisamente da alcune riflessioni personali emerse durante il gruppo esperienziale, riflessioni che si riferiscono al voler comprendere maggiormente e in modo approfondito l’importanza e il senso dell’esperienza per la crescita e lo sviluppo dei bambini. Attraverso attività finalizzate e proposte dagli operatori che conducono il gruppo, i bambini hanno la possibilità di sperimentare ed esplorare l’ambiente, ambiente che viene appositamente preparato e curato dagli operatori, al fine di permettere loro di confrontarsi con stimoli che hanno la funzione di contribuire a fare dell’esperienza stessa una fonte di apprendimento e di preparazione ad affrontare la vita e il mondo circostante. Lo scopo del presente lavoro è quindi quello di cercare di comprendere in che modo stimolare i bambini affinché svolgano delle esperienze che possano rivelarsi educative. Il lavoro di indagine si è svolto inizialmente con una ricerca di concetti teorici, i quali hanno permesso di creare una base scientifica per comprendere lo sviluppo dei bambini nelle diverse fasi dell’infanzia. Tramite Piaget e Mahler, infatti, si è potuto dare un ruolo alla stimolazione esperienziale nell’acquisizione di funzioni cognitive e di competenze quali l’autonomia, l’autostima e la creazione di un’identità personale. Con Spitz invece, si è indagato sulle conseguenze di una deprivazione esperienziale, che potrebbero influire sullo sviluppo del bambino e portare a delle ripercussioni sul suo benessere e le sue relazioni. In aggiunta, si è fatto riferimento a due esponenti tra i principali dell’Attivismo, che con il loro contribuito hanno sviluppato una nuova idea di insegnamento e apprendimento. Dewey e Montessori si sono in particolare dedicati al ruolo educativo che deve assumere l’operatore, valutando innanzitutto i bisogni dei bambini per proporre delle attività che possano rispondere a questi bisogni, accompagnandoli verso l’esperienza e nell’esperienza. Oltre all’intervista svolta ad un professionista attivo nell’ambito, il quale ha fornito spunti interessanti e soprattutto concreti per la comprensione del tema grazie alla sua lunga esperienza, lo strumento che è stato privilegiato è stata l’osservazione partecipata delle dinamiche che si sono create durante gli incontri del gruppo esperienziale. Queste situazioni hanno permesso di vivere nella quotidianità professionale e di cogliere quegli aspetti che hanno in seguito scaturito e favorito le riflessioni attorno al tema. Dal confronto fra la teoria e l’analisi dei dati raccolti sul campo, è emerso come la stimolazione esperienziale abbia permesso ai bambini coinvolti di sviluppare competenze quali l’autonomia, l’autostima, il linguaggio e la relazione e ha quindi influito favorevolmente sul loro sviluppo globale. I risultati emersi hanno evidenziato come la stimolazione esperienziale possa rivelarsi una potenzialità del lavoro educativo e uno strumento valido per accompagnare il bambino nelle sue esperienze, dove l’educatore ricopre un ruolo di presenza e cura.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Educatore sociale
Uncontrolled Keywords: esperienza, stimolazione esperienziale, bambini, accompagnamento educativo, attività esperienziali, competenze, sviluppo, crescita
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2315

Actions (login required)

View Item View Item