Anziani e nuove tecnologie: la digitalizzazione come strumento di inclusione in termini di autonomia e percezione di benessere

Cattelan, Vanessa (2018) Anziani e nuove tecnologie: la digitalizzazione come strumento di inclusione in termini di autonomia e percezione di benessere. Bachelor thesis, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana.

[img]
Preview
Text
Cattelan_Vanessa_Tesi.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (1MB) | Preview

Abstract

Questa tesi vuole approfondire il legame tra gli anziani e le nuove tecnologie. L’interesse verso questo argomento è nato grazie all’osservazione del contesto di lavoro all’interno dell’ultima pratica professionale presso il servizio sociale del comune di Paradiso. Ho potuto riscontrare una sempre maggiore richiesta di aiuto da parte di persone anziane in difficoltà nell’attivazione di prestazioni a proprio favore o disbrigo di pratiche burocratiche. Un’analisi più approfondita del tema, ha permesso di far emergere aspetti più profondi insiti nella relazione tra essere umano e nuove tecnologie. L’invecchiamento della popolazione ed il crescente sviluppo dei mezzi tecnologici digitali e del loro sempre più frequente utilizzo è una delle maggiori sfide della società moderna. L’avanzare della digitalizzazione rischia di escludere ed isolare tutte quelle persone che non possiedono le capacità e le competenze necessarie a rimanere al passo con il progredire dell’innovazione tecnologica e della digitalizzazione. Il presente lavoro evidenzia la necessità di creare un legame più stretto tra la popolazione anziana e i dispositivi elettronici, mettendo a confronto due campioni non rappresentativi di anziani attraverso delle interviste; il primo gruppo campione è rappresentato da anziani che hanno frequentato (almeno) un corso di alfabetizzazione digitale presso Pro Senectute, mentre il secondo gruppo è formato da anziani residenti nel comune di Paradiso che non hanno nessuna dimestichezza con i dispositivi tecnologici. L’obiettivo è mostrare l’importanza della digitalizzazione della popolazione anziana per favorire l’autonomia nell’accesso alle informazioni e all’attivazione di prestazioni a loro favore, nonchè di aumentare la percezione di benessere e soddisfazione nei riguardi della propria vita e delle proprie relazioni interpersonali. Le informazioni raccolte attraverso le interviste, hanno permesso di approfondire aspetti legati alle abitudini e alle modalità di accesso alle informazioni e alle prestazioni erogate dai servizi sociali, oltre che di far emergere una fotografia sociale, economica e della qualità di vita delle persone inserite nei due gruppi esaminati. L’analisi dei dati emersi, ha permesso di confermare la mia ipotesi iniziale, ovvero che le persone in età AVS che hanno maggiore dimestichezza con i mezzi tecnologici e di comunicazione, hanno una migliore autonomia nell’attivazione di servizi e prestazioni a loro favore e una maggior percezione di benessere e di soddisfazione nei riguardi della propria vita e dei propri contatti sociali. In altre parole, l’accesso a internet e l’utilizzo dei dispositivi elettronici può apportare benefici alla popolazione anziana, sia in termini di benessere psico-fisico sia di inclusione sociale, grazie all’accesso alle informazioni e alla possibilità di attivare in autonomia i servizi sociali e le prestazioni da essi erogate. Sarebbe perciò importante studiare la possibilità di avvicinare ed introdurre tutta la popolazione anziana alla digitalizzazione, coinvolgendo i cittadini, i servizi sociali e le istituzioni.

Item Type: Thesis (Bachelor)
Additional Information: Opzione: Assistente sociale
Uncontrolled Keywords: internet, anziani, divario digitale, alfabetizzazione digitale, nuove tecnologie, vecchiaia
Subjects: Scienze sociali
Divisions: Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale > Lavoro sociale
URI: http://tesi.supsi.ch/id/eprint/2300

Actions (login required)

View Item View Item